Full text: Angeloni, Francesco: L' HISTORIA AVGVSTA DA GIVLIO CESARE A COSTANTINO IL MAGNO. Illustrata con la verità dell'Antiche Medaglie DA FRANCESCO ANGELONI

321.

   Co'l medesimo sine vi è altra medaglia con testa laureata, e lettere: IMP. SEV. ALEXANDER AVG. che con Donna in piedi simighante all'altra descritta, differisce nella inscrittione, dicendo: ANNONA AVGVSTI. S. C. simile si è veduta altroue, e specialmente in Traiano.
   Pose Alessandro nel carico di Giudici persone dotte, prudenti, e da bene ordinando loro, che à ciascuno amministrassero retta giustitia; e quando in ciò mancauano, ò che si mostrassero auari, oltre il rimouerli vsaua de'castighi; & egli medesimo con gran sentimento, e con l'assistenza di molti periti, risedeua à giudicare; di modo, che per tal via, haueua suo luogo la Giustitia. E nel vero, quando la bontà risplendono ne'Principi, anche i sudditi,al l'emulatione di quelli incitati, si studiano diuentar tali, che possano stimarsi degni membri di vn simil Capo. Ciò auuenne in tempo di Alesandro, che vedutosi la cura di lui nel per fettionare la propria virtù in prò del Publico, e di sè stesso, ciascuno à gara faceua opera di auanzarsi in guisa, che gli honori, e i carichi, de'quali egli ornaua li virtuosi, fossero honorati fregi di sè stessi, e de'posteri loro. La cura dunque presa da Alessandro intorno l'amministratione della Giustitia, mi fà credere, che si volesse dimostrare all'hora, che fù stampata la medaglia con testa, e lettere descritte, che hà nel rouescio vna giouane Donna sedente, con l'hasta nella sinistra, e con la Patera nella destra, e lettere: IVSTITIA AVGVSTI. S. C. Rappresentarono gli Antichi la Giustitia fanciulla, e vergine, per dar à vedere, ch'ella dee esser pura, & incorrotta, senza lasciarsi piegare già mai dal diritto, nè per prieghi, nè per premi; secondo suole auuenire delle saggie, e delle honeste Vergini, che nè per gli vni, nè per gl'altri s'inducono ad allontanarsi da'casti loro pensieri: le attribuiuano ancora vna certa seuerità piaceuole, & vna vista acutissima; perche a'rei, & a'maluagi si dee dimostrare terribile, e spauenteuole; & a'buoni, & innocenti piaceuole, e benigna; e penetrar con la vista bene addentro nella verità, affinche questa non resti occulta: la fecero sedendo in riguardo del riposo, che è conueneuole a'Sauij, solendosi dare le sentenze da'Giudici sedendo: le posero nella sinistra l'hasta, o bacchetta per denotare l'Imperio, che tengono gli amministratori della Giustitia nel giudicare, e nel gouerno del Mondo; e le si vede nella destra mano la Patera, dimostrando con ciò la Giustitia esser cosa Diuina. Cotal simulacro si è veduto in Adriano.
   Edificò Alessandro in Roma le Terme, & vn Teatro con altre superbissime fabriche, e molte ne ristorò, riponendoui i nomi de'primi edificatori, co'l restituire etiandio innumerabili Statue per rinouar le memorie de gli Huomini egregi, che furono fra'Romani. Appare vn segnale notabile delle Terme suddette edificate da Alessandro, nel bellissimo medaglione ottimamente conseruato entro il suo antico cerchio di metallo, che tiene nello studio il Signore Alessandro Rondanino;peròche mostra dall'vn lato la testa dell'Imperadore con la laurea:
   3. IMP. CAES. M. AVR. SEV. ALEXANDER AVG. e nell'altro il sontuoso edificio delle istesse Terme, con ricchi ornamenti di varie statue, & vna Quadriga nella superiore parte, con lui medesimo in atto di Trionfante: vedendouisi nel dinanzi vna fonte, che per due gran canali versa l'acqua detta Alessandrina, da esso per tal fine condotta con gran spesa, e vi si legge: P. M. TR. P. V. COS. II. P. P. Si hebbe in tempo della Republica il solo riguardo, nell'edisicare de'Bagni, al natural bisogno, & à quello, che concerneua la salute, seruendo per lauaruisi, e per sudare: e benche vi fossero di coloro, che in simiglianti fabriche eccedessero di gran lunga il bisogno, come si raccoglie dalle vestigia de'Bagni di Paolo Emilio, che furono grandi, e magnifichi; non perciò si giunse in quei primi tempi à quello, che dapoi recarono con sè gli accrescimenti delle ricchezze, e de'lussi; de più pretiosi marmi, statue, colonne, & ornamenti, secondando con la vastità la magnificenza de'Principi, li quali si studiarono cő la grandezza di così fatte fabriche, di serbare gloriosa la memoria loro a'posteri: vedendosene hoggi nelle rouine così gran segni, che muouono lo stupore in chiunque di considerarli si prende diletto. E'pertanto comune l'opinione, che le Terme di Alessandro, quasi con l'altre di Nerone si congiungessero, ò ch'egli le restituisse, & ampliasse; vedendosi le vestigia di queste incontro il Palagio del Signor Marchese Vincenzo Giustiniano; doue la fabrica di quelle conteneua il vicino sito della Chiesa, & Hospedale di San Luigi de'Francesi, e del Palagio de'Medici; Hauendo però l'Imperadore in sì grand'opere proueduto à tutto quello, che faceua mestieri al seruitio publico, il Senato per memoria della gratitudine, che per simil conto si doueua ad Alessandro, fece stampare il medaglione suddetto.
   E perche si vuole, che accanto le Terme edificate da Alessandro, fosse il Cerchio, chiamato 

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer