Full text: Angeloni, Francesco: L' HISTORIA AVGVSTA DA GIVLIO CESARE A COSTANTINO IL MAGNO. Illustrata con la verità dell'Antiche Medaglie DA FRANCESCO ANGELONI

168.

   
   45. IMP. CAES. NERVA TRAIAN. AVG. GERM. P. M. TR. POT. COS. III. P. P. S. C. L'Arco. ESSENDO questa Medaglia state stampata nel terzo Consolato di Traiano, induce probabile credenza, che l'Arco appartenga alla Vittoria Germanica. Ne fà vedere qualche contrasegno Plinio nel Panegirico : Quum Arcus, quum trophaea, quum statuas deprecaris, tribuenda est verecundiae tuae venia: illa enim sanè tibi dicantur. La rarità di questa illustre Medaglia dallo Studio del Cardinale Camillo Massimi, aggiunta al Tesoro della Regina Christina Augusta, verrà quì riconosciuta con l'elogio del Sig. Giouanni Vaillant, Regio Antiquario della Maestà Christianissima, nel libro De Romanis Aereis, nel quale egli la descrisse: Hic nummus primae formae, Cimelij Em: Card: Maximi omnes Traiani nummos raritate, & elegantia superat, vtpote historicus, & vnicus. Dall'eruditione di questo Autore, oltre l'editione delle Medaglie più rare di metallo, d'oro, e d'argento, con peregrino argomento si è hauuta l'Historia de i Rè della Siria, attendendosi da esso nuoui ornamenti à gli Studij dell'Antichità.
   
   46. Soleuansi ne'Fori edificare le basiliche, oue si teneua ragione; e magnifica conforme, il Foro, fù questa di Traiano, nobilitata di Colonne, di Statue, e di Ornamenti trionfali. Di essa Publio Vittore, Lampridio in Commodo.
   
   47. Essendosi delineato il Circo Massimo da vna medaglia contornata, si è aggiunta l'altra in honore di Traiano decretata dal Senato, conseruatissima nel medesimo Tesoro di Sua Maestà
    Chiuderà questa Tauola vn nobile Monumento Trionfale di Traiano, decretato in sua gloria dal Senato, e Popolo Romano nella seguente medaglia.
   
   48. IMP. CAES. NERVAE TRAIANO AVG. GER. DAC. P. M. TR. P. COS. V. PP.
   S. P. Q. R. OPTIMO PRINCIPI S. C. Vedesi l'Imperadore, in habito togato, salleuato in piedi sopra il suggesto, o basamento ornato di festoni. Sotto di lui sono collocate quattro Aquile, e quattro V essilli delle Legioni, due per lato, con due Barbarinudi, li quali supplicheuolmente verso di lui stendono le palme. Tiene egli con vna mano vn ramo di lauro, con l'altra il Volume, e dietro la Vittoria volante, gli pone sopra il Capo la Corona, già vittorioso Traiano nella Guerra Dacica.
   
   2. Il Carro de'Centauri, ò sia Baccanale, è rouescio di Medaglia contornata. Altra simile in Nerone.
   
   3. La figura nuda con la Vittoria, e con la Palma, non appartiene ad Apolline frà due Muse, mà rappresenta vno Atleta vincitore, col nome di quel famoso Filno dell'Isola di Coo, il quale, restò vittorioso cinque volte ne'Giuochi Nemei, come vin memorato da Pausania. Il medesimo rouescio fù stampato ancora con la testa di Nerone, la medaglia è contornata, portandoci la memoria di questo celebre Atleta.
   
   4. L'altro rouescio, che rappresenta la Dea Salute nel Lettisternio, in atto di porger il libame. al Serpente è ancora di Medaglia contornata, aggiuntoui il nome: OLIMPIAS REGINA, madre di Alessandro Magno, alludendo alla sua nascita, & à Gioue Ammone sutto la forma del Serpente; Altro simile Lettisternio della Salute, si è vedeto in Nerone con lettere: REGINA & altro si troua senza lettere.
   
   9. Circo Massimo medaglia contornata; Simile habbiamo veduto di sopra in Nerone, altro in Augusto, & in Alessandro Seuero.
   
   40. L'Arabia in vna mano tiene vn ramo dell'arbore dell'Incenso, nell'altra il Calamo odorato; come eruditamente interpreta il Tristano.
   
   10. Il Rouescio del Cauallo contre figure è di medaglia contornata, e di oscura intelligenza.
   
   25. Per essere la presente medaglia, mal conseruata, si sono rappresentati due Montoni, in vece di due Caualli, ornato il capo con le palme in contrasegno della vittoria nel corso delle Quadrighe. La figura nel mezzo è il vittorioso Euthimio, conforme si legge dalle trè lettere EVT.
   36. Euthymius, il quale è anche notato nel seguente rouescio; ou'egli nella Quadriga è portato tenendo la palma della Vittoria, scrittoui il nome intiero EVTHYMIVS. Simil rouescio si troua anco a in Nerone.
   
   95. Solleuatosi nel secondo anno del suo Imperio Decebalo Rè de'Daci. Più tosto nel fine del terzo; poiche nell'anno quarto, e Consolato di Traiano, cominciò la prima guerra Dacica.
   
   98. Quasi tre anni pose Traiano nel totale acquisto della Daica. Si deue intendere della. 

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer