Full text: Simeoni, Gabriele: DIALOGO PIO ET SPECVLATIVO,

184.

   
   VR.. Ma vuoi tu anchora vedere che non poteua essere altrimenti, & che questo fu fatto in mãco d'vn giorno con grandißima furia? hor odi il resto che scriue Cesare circa à questo assalto, certamente degno di memoria, doue si vede che l'accor to Imperatore haueua disegnato di pigliare il primo giorno il forte, & l'altro appresso, o la medesima notte (attesa la difficultà & altezza del monte, & hauendo i soldati riposati) assaltare la terra.
R.

   Consecutus id, quod animo proposuerat Caesar, receptui cani iussit, legionisque decimae, qua tum erat comitatus, signa constitere. At reliquarum milites legionum, non exaudito tubAe sono, quòd satis magna r vallis intercedebat, elati spe celeris victoriae & hostium suga, non prius sinem sequendi fecerunt, quàm muro oppidi, portiique appropinquarunt.
   
   VR.. E tanto simile questa valle che circonda il mõte di Gergobia, & maßime di verso il Craist, Orset, r & Cornone, doue era Cesare accampato, 

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer