Full text: Simeoni, Gabriele: DIALOGO PIO ET SPECVLATIVO,

118.

opibus gloriam quaerere. Nam diuitiae fluxAe, virtus clara, Aeternáque habetur. Con la quale posso dire d'hauere anchora considerato vn'altro siocculto misterio nella gran sala del Palagio Senatorio di Parigi, che nessuno altro mai lo ha conosciuto.
   DIPIS.. Digratia dichiarami anchora questo?
   VR.. A questo non mi constringere tu, & piglia patienz a sino à tanto che il tempo incamminato te ne farà fede, benche le mie speculationi nõ faccino caso, ne portino pregiuditio, ma piu tosto vitile alle persone, aprendo loro l'intelletto di gouernarsi bene in tutte le loro ationi, & ope rando considerare le circunstanze mistiche, & occulte significatrici (per le ragioni allegate disopra) delcattiuo o buon fine di tutte le cose, alle quali se bauesse gia auertito il generoso Cardinale Hippolito de Medici, o vn'altro per lui, quando in ve ce della stella di Venere, il suo pittore gli dipinse per Impresa vna Cometa, & di poi vn'Eclisse del Sole (come moralmente io ho in versi discorso nel precedente libro) mitigando i suoi pensieri, o quelli deltutto alienando, & tenendo altra vita, non sarebbe forse cosipresto morto, anzi viuendo,
O 3


Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer