Full text: Rouillé, Guillaume: SECONDA PARTE DEL PRONTVARIO DELLE MEDAGLIE, LA QVALE COmincia dà la natiuità del nostro Saluatore GIESV CHRISTO, & continoua insino al Christianissimo Rè di Francia & di Pologna, HENRICO III. di nome, il quale al presente regna felicemente.

69.

Figure
Type: drawing

    HERODE , non nato di Zenobia, ma d'vn'altra prima moglie, co'el suo padre prese l'Imperio. Costui fù hu omo dilicatissimo, & al tutto Oriẽtale, & di lussuria, & superfluità greca, ilquale haueua i padiglioni, co i puntali, & le ten de dorate, & ogni cosa all'vso di Persia. Onde, Odenato, cognosciuta la sua natura, quante concubine Regie, quante gemme, quante ricchezze, & delicatezze prese, tutte gnene donò, mosso dalla affettion della cõdescensione, & licentia del padre. Zenobia era inuerso di lui veramente d'animo di matrigna: per il che lo faceua piu charo & piu commendabile al suo padre.
    MEONIO , fù cugino di Odenato, & per sua crudele & detestabile inuidia l'vccise, sendo Imperadore ottimo & suo cugino, & alquale nõ si poteua opporre altro che le delicatezze & lasciuie di Herode suo figluolo. Dicesi che prima e consentì & cõgiurò con Zenobia, che non poteua per inuidia sopportare, ch'el suo figliastro Herode, prima che Herenniano & Timolao suoi figluoli, fussi chiamato Principe. Costui fù immondo & sporchissimo, & però detto Imperadore per errore in breue spatio da suoi soldati, sicõdo i meriti della sualussuria fù ammazzato.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer