Full text: Rouillé, Guillaume: PRONTVARIO DE LE MEDAGLIE de piu illustri, & famosi huomini & donne, dal principio del Mondo insino al presente tempo, con le lor vite in compendio raccolte. PARTE PRIMA.

124.

Figure
Type: drawing

    HIPPONATTE fù poëta iambico, famosissimo per la brurtezza della faccia, per laqual cosa Bupalo & Anthermo sculttori, messon fuori la sua imagine & pronta, per farlo scher nire. Perid che, adirato Hipponatte, compose contro di loro vna opera in verso tanto amara & pungente, che si crede che gli riducessi ad appicarsi per se medesimi. Dicesi ch'el fù inuen tore di quella sorte di versi iambici, che dal suo nome son domandati Hipponattici, ò vero Hipponattei. Vedi Plinio nel lib. 36. al cap. 5. Fù costui in fiore & pretio, circa l'anno del mondo 3424. & innanzi à Christo 538.
    BVPALO & Anthermo furno figluoli d'vno Anthermo Chio, & nell'arte sculttoria furno clarissimi. Dicesi che scolpirno l'imagine d'Hipponatte poeta di faccia brutissimo, della quale è detto qui sopra: del che Plinio niega come falso, che e fussino indutti per potenza di verso da el poeta al proprio suspendio: perche, dipoi (disse lui) nell'isole vicine à Chio, feciono assai statue, à le quali sottoscriueuano questo verso: Non vitibus tantumcenseri Chium, fed & operibus Anthermi filiorum. Narrasi che in Chio è vna statua di Diana, opera di lor mano, posta in vn luogo rileuato, la faccia della quale à quegli che entrano apparisce malcontenta, & quegli che escono la giudicano allegra. Plinio nel libro 36. al cap. 5.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer