Full text: Rouillé, Guillaume: LA SECONDA PARTE DEL PRONTVARIO DELLE Medaglie, la quale ha principio da la natiuità del nostro Saluatore Giesu Christo, & cõtinoua insino al Christianissimo Rè di Francia, Henrico secondo, di nome, il quale al presente regna felicemente

89.

Figure
Type: drawing

    MAGNENTIO Conte de gl'ordini d'Augosta, città della Germania , che haueua ordinate insidie contro di Costante, da i soldati congiurati fù salutato Imperadore, & fece subito Cesare Decentio suo fratello, & lo mandò con esercito à difendere & tener la Gallia che non facessi nouità, l'anno del mondo 4312. & dopo Christo 351. Et gia tutta l' Italia & l'Africa crono in potestà di Magnentio. Costanzo, all'hora, nell'Oriente contro i Persi prouaua varia & aduersa fortuna, al quale Magnentio manda ambasciadoricon lettere, che el si contenti dell'Oriente & de Thraci. A i quali niente rispose: ma fece Gallo suo cugino carnale, Cesare, & lo lasciò in Oriente, & lui s'addirizzò à la volta di Italia , per vendicarsi della morte del fratello. Nientedimanco temendo che la sua Roma , non si commouessi & fussi vessata di guerra ciuile, concede pacificamente la Gallia à Magnentio, pur che e posi l'arme. El tiranno sperando di vincere, non acconsente: combattesi di qua & di la con grandissime forze d'eserciti. Magnẽtio perdette. Di nuouo riarmatosi, di nuouo fù superato, tanto che disperato, con sue mani si dette la morte. Costui, prima che vccidessi se stcsso, per furore ferì Desiderio suo fratello, & vccise alcuni amici. Pomp. Leto & Aurel. Vitt.
    DECENTIO fratello di Magnentio, che difendeua la Gallia , vdito l'horrendo caso del fratello, accanto à Senona, adornò la morte fraterna con la sua: perche appicò se stesso con vn capestro, temendo che non gl'aduenissi qualche male. El fratel de quali Desiderio, andò à trouar Costanzo: dal qual fù humanissimamente riceuuto, l'anno del mondo 4316. & dopo Christo nato 354. Pomp. Leto , & Aurel. Vitt.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer