Full text: Rouillé, Guillaume: PRIMA PARTE DEL PRONTVARIO DE LE MEDAGLIE DE PIV ILLVstri, & fulgenti huomini & donne, dal principio del Mondo insino al presente tempo, con le lor vite in compendio raccolte

127.

Figure
Type: drawing

    L. TARQVINIO superbo , settimo & vltimo Re de Romani, regnò l'anno del mondo 3431. & innanzi à Christo 531. Costui primo di tutti trouò in Roma i tormẽti, legami, verghe, metalli, ò affocati, ò strutti carcere, manette, ceppi, catene, essilij, & sbandimenti. Vincette i Volsci, molti castelli forti in Latio , i Gabij, e Suessa Pometia si sottomesse. fece pace cõ i Toscani: edificò à Gioue vn tẽpio in Cãpidoglio , poi finalmẽte sendo à torno ad Ardea à combaterla, perdette il regno. Imperò che sendo in odio à tutti, presa l'occasione dalla violatiõe di Lucretia , qual Sesto Tarquino suo figluolo di notte armato haueua forzata, i Romani lo scacciorno insieme con tutti i suoi. Autori Titto Li. lib. 1. Dioni. Halicar. lib. 4. Eutro. li. 1. Plutar. nella vita di Bruto.
    TVLLIA fù moglie di. L. Tarquino superbo , & figluola di Seruio Tullio : Costei, sendo stato morto suo padre, de laqual morte era consapeuole, fattasi con furia tirare insu vna carretta in piazza, & non rispettata la multitudine ragunata de gl'huomini, chiamò el marito de la Corte, & innanzi à tutti lo chiamò Re. Poi, si dice ch'ella fù tanto crudele, che nel tornare, passò colla carretta sopra el corpo del padre morto. Autori Dioni. Halicar. & Tito Liuio come disopra.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer