Full text: Simeoni, Gabriele: ILLVSTRATIONE DE GLI EPITAFFI ET MEDAGLIE ANTICHE

77.


D'huomini & donne i volti tanto atroci
Vedresti, & il vestir lor si corto & stretto,
Che vi faresti mille & mille croci.


Margin note:

Essiglio de Romani.

Non sò Sertin, s'à sorte hauette letto
Che i Roman, confinando vn mal fattore,
Gli dauono in questa Isola ricetto.
Quiui mele o butiro, herba ne fiore,


Margin note:

Vin Corso.

Ne arbor per portare vn dolce frutto
Nasce, se non di Bacco il buon liquore.
Ma questo non auien Sertin per tutto,
Se non in quattro palmi d'altra terra,
Paese alquanto men sterile & brutto.
Spagnuoli & Turchi di pigliar là terra


Margin note:

Suggettione de Corsali.

Non lasciano, & rubare i viandanti,
Spesso faccendo à noi medesmi guerra.
Come presenti noi certi briganti
Sualigiorno alla Giaccia presto presto
Vn Commessario, vn capitano, & fanti.
Intorno all'vtil suo mai sempre desto
Il Senato Roman, però non tenne
Conto di tal terren come del resto.


Margin note:

Caio Papirio trionfator de Corsi.

Et se pur de Romani alcun vi venne
Fu per far al paese ingiuria & danno,
Come à molti altri gia rubelli auuenne.
Hor basta che dir posso hauer questo anno
Grandiβimi pericoli trascorso
In terra e'n mar con infinito affanno.


Margin note:

Isole tra Corsica & Ciuita vecchia.

Dopo il qual pur, passato Cauo Corso,
L'Elba, Pianosa, e'l monte che si noma
Di Christo, & tocco d'Hercol porto il dorso,
Sono arriuato à saluamento à Roma.


Ma


Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer