Full text: Simeoni, Gabriele: ILLVSTRATIONE DE GLI EPITAFFI ET MEDAGLIE ANTICHE

232.

Nunc quoq;, vt attonitos formidine terreat hostes,
Pectore in aduerso, quos fecit, sustinet, angues.


   

Il quale Monstro pernitioso all'humana natura (come sono tutti gli huomini vitiosi) volendo Perseo figliuolo di Gioue & di Danae leuare di questa vita, accattò l'Alie da Mercurio chiamate TALARI , & interpretate per la diligenza, & lo scudo da Minerua risplendente & bello, figurato per la sapienza, la cui chiarezza & purità nõ puo essere dal vizio maculata, & cosi trouata Medusa che dormiua (non altrimenti che il vizio è sempre adormentato nella concupiscenza

delle cose carnali) le tagliò la testa con vn coltello torto à modo d'vna falce, che i Greci & Latini chiamarono HARPE & Harpagoni certi vncini vsati in mare, ma i Franzesi hanno quasi ritenuto il vocabulo intero, chiamandolo vna SARPE : doue si puo credere, che dal tempo & dalla corrozione delle lingue sia stata mutata la lettera H, in vn' S: della quale sorte di coltellaccio fece mentione Ouidio nel v. libro del Metamorfoseo, doue ei dice, seguitando la fauola d'Andromeda & del Monstro marino.

Margin note:

Ouidio.

Vertit in hunc Harpen madefactam caede Medusae.

   Et Lucano nel nono, parlãdo d'Argo occiso da Mercurio:

Margin note:

Lucano.

Et subitus praepes Cillenida sustulit Harpen.

   Et benche gli espositori di questo vocabolo habbino detto che questa era vn certo ferro torto nella punta, quasi come sarebbe quello che i Toscani chiamano RONCIGLIO , & i Franzesi pure vne SARPE , io nondimeno sono di cosi fatta opinione che quella fosse vna Scimitarra corta. Ritornando poi Perseo cosi vettorioso, & passando per i deserti della Libia, fu causa che le gocciole di sangue, che di quindi cadeuano, toccata la terra si conuertissino in serpenti, de quali sempre' di poi è stata copiosa quella regione, come afferma Lucano nel IX .
libro


Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer