Full text: Simeoni, Gabriele: ILLVSTRATIONE DE GLI EPITAFFI ET MEDAGLIE ANTICHE

138.


Roma domus fiet, Vehios migrate Quirites,
Si non & Vehios occupat ista domus.


   Et Martiale parlando della sua magnificenza & rouina, disse:

Margin note:

Martiale.

Vrbis opus domus vna fuit, spatiumq́; tenebat,
Quo breuius muris oppida multa tenent.
Haec aequata solo est, nullo sub nomine regni,
Sed quia luxuria visa nocere sua est.


   Nerone la chiamò nel principio Transitoria: perche necessariamente bisognaua che ognuno passasse di la dẽtro, tanto era grande il suo circuito: ma abbruciandosi poi, & egli anchora rifacendola piu superba, la chiamò Casa d'oro à causa de muri, de palchi, delle finestre, base, statue, & colonne

che erano tutte dorate, coperte di gioie, & ornate di tarsie, & di madre perle. Onde ragionando Plinio della sua ricchezza, disse:
   

In aureae domus Neronis solarijs aues ex argento, mirabili opere sculptae fuerunt.
   Et nel mezzo della detta entrata, che i Latini hanno chiamato Vestibulum , era ritto vn gigante di bronzo, alto CXX . piedi, il capo del quale si vede anchora tutto intero in Campidoglio: & dentro al circuito vn lago cosi grande, che pareua il mare cinto di diuersi edifitij, di prati, di vigne, di campi, & di boschi ripieni per la caccia di saluatiche fiere. I palchi delle sale, doue ordinariamente si mangiaua, erano tutti d'auorio, & talmente comessi, che s'apriuano, & di la su cadeuano sulle tauole & adosso à i conuitati mille sorti di fiori & altri odori pretiosissimi. Ma la cosa piu mirabile & artifitiosa era la sala principale,

doue si faceuono i maggiori & piu solenni conuiti: con cio sia che oltre alle innumerabili ricchezze, che v'erano intorno, ella era cosi maestreuolemẽte accomodata, che in
forma

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer