Full text: Erizzo, Sebastiano: DISCORSO DI M. SEBASTIANO ERIZZO. Sopra le Medaglie de gli Antichi.

816.

ualli furono consecrati à Nettuno Equestre fù, perche gli fù il primo, che percotẽdo col suo tridente la terra, faceße uenir fuori i caualli. De i caualli ciascun da perse dice Dionisio nel Vii. libro. che finita la pompa si ueggono le cõtese de caualli, de i quali era prima il corso delle carrette'da quattro caualli, & di q̃lla da due & de i caualli ciascũ da perse nel mõ solito à farsi ne i giuochi Olimpici Di che scriue Suetonio nella uita de Caio, che incitato il cauallo, pel quale si erano il giorno innãzi rappresẽtati i giuochi Circẽsi, soleua far'intimare per gli soldati alle cõtrade che si douesse impor silẽtio, & riposare, accioche nõ si hauesse ad inquietare li corridori; & che i caualli haueßero da essere piu apparecchiati, & piu agili & prõti al correr del di seguẽte, dicẽdo cosi al cap. LV. Incitato equo, cuius causa pridie Circẽses, ne inquietaretur, uicinię silẽtiũ per milites ĩdicere solebat. & e Dapoi i caualli sẽza sella, che dice Cassiodoro eßere dedicati alle stelle di Venere, & q̃lla della sera chiamata Hespero sono da i latini chiamati Desultorij da i Desultorij, l'arte de i quali era capare caualli destri, alleuarli, & instruirli, & di eßi cõdurne due, & da ciascuno di essi à uicẽda smõtar di un salto, & mõtar nell'altro, cõ marauigliosa ~pstezza Di che ci rẽde testimonio Isidoro al cap. 36. del lib. 18. Desultores nominati, qnd olim prout quisq̃ ad finẽ cursus uenerat desiliebat, & currebat, siue quod de equo in equum transiliebat. Erano adunque questi caualli senza sella due congiunti insieme chiamati Desultorij, per che da essi con facilità grande questi maestri Desultorij di un salto smontauano. Haueuano ne gli eserciti i soldati di simili caualli, cosi da loro essercitati, che mancandoli uno nella uia per stracchezza potessero saltare nell'altro fresco. Onde di questi intende Liuio nel lib. 23. Et non erano tutti i Numidi collocati nel destro corno, ma quelli che à guisa de i Desultorij conduceuano due caualli per uno, spesso in mezo di una crudelisima battaglia di uuo di essi stanchi saliuano di un salto armati nell'altro fesco. Et Suetonio nella uita de Cesare al cap. 39. dice, con i giouani nobilissimi si esercitauano non solo nelle carrette da quattro & da due cauali, una ancora ne i caualli Desultorij. Circensibus spacio Circi ab utraque parte producto, & in gyrum Euripo addito, quadrigas, bigasq; & equos desultorios, agitauerunt nobilissimi iuuenes &c. Stimano alcuni, che questi caualli singulari, ouer senza sella, & che correuano da per se, & li ministri delle carrette da quattro caualli guidate, & di quelle da due, & similmente q̃lli che nel corso andauano esortandoli, & i Desultorij, foßero quelli che uanno correndo innanzia far allargare le genti, il qual parere par che confermi Caßiodoro nella Epistola che scriue à Fausto, quando dice, I Caualli Desultorii, per gli quali i minisiri de i giuochi Circensi annuntiano i caualli douer uscire fuori imitano con la loro uelocità i precursori della stella di Venere della mattina. &c. Et questo si uede & si conosce dalle memorie antiche percioche nelle tauole antiche di marmo, che si ueggono, al carro de gli aurighi ua innanzi un cauallo detto singulare. Che i cauali Desultorij corressero pel primo, come le carrette dadue, & da quattro caualli oltre l'autorita di Suetonio & d'Isidoro, lo recita ancora Liuio nel lib. 44 con queste parole. perche nel giuoco Circense col mandare una uolta carrette, & una uolta il Desultore, l'uno & l'altro corso appena finiua in tempo di una hora. Ora hauendo questi il luogo loro uicino al corso, per questo da loro si annunciauano il correre delle
L 3 carrette,

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer