Full text: Erizzo, Sebastiano: DISCORSO DI M. SEBASTIANO ERIZZO. Sopra le Medaglie de gli Antichi.

568.

tere Greche. ΓΥΤΟΚ. ΓΟΡΔΙΑΝΟC. ΑΒΓΑΡΟC. ΒΑCΙΛΕΥC . cioè Imperator. Gordianus. Abgarus. Rex. Et vn'altra medaglia ancora io ho veduta in rame, Greca, di mezana grandezza, di questo Gordiano, con vna stella dinanzi, con lettere intorno tali. ΑΥΤΟ. ΚΑΙC. Μ. ΑΝΤ. ΓΟΡΔΙΑΝΟC. CΕΒ . cioè. Imperator. Caesar. M. Antonius Gordianus. Aug. Ha per riuerso vn'altra testa galeata di vn Re cinto con la Tiara il capo, & col petto armato & con vna stella di dietro; intorno à cui si leggono queste lettere ΑΒΓΑΡΟC. ΒΑCΙΛΕΥC . cioè. Abgarus Rex; ilquale io giudico che sia il medesimo Re con quel di sopra, si come vn'altra medaglia, in rame, io ho appresso di me, di mezana grandezza, di Gordiano, con tale iscrittione intorno la testa. ΑΥΤ. Κ. Μ. ΑΝΤΟΝΙΟC. ΓΟΡΔΙΑΝΟC . . . . cioè. Imperator. Caesar. Marcus. Antonius. Gordianus. Ha per riuerso vna testa di una donna velata, c'ha certe torri in testa, la quale è di una città, intorno à cui leggonsi queste lettere. ΘΕCCΑΛΟΝΙΚΗ. ΝΕΟΚΟΡΟ . . . . La qual medaglia gli fù battuta dai Thessalonicensi popoli di Macedonia.
Figure
Type: drawing

    LA MEDAGLIA di Gordiano il terzo, di mezana grandezza, in rame, col petto, con la corona in testa, in età di fanciullo, con lettere. . . , . . . AVG. COS. II . Ha per riuerso una figura ignuda di un Baccho, che alza l'un de bracci sopra il capo; & ui posa à canto un' animale, che per quanto si può comprendere, dimostra d'essere una Pantera à questo Dio attribuita: Appresso la qual figura di Baccho ve n'è un'altra di vn fanciullo. Et intorno à queste due figure di sopra si distende una vite con le vue pendenti, con lettere tali. COL. IVL. . . . . . AVG . cioè Colonia. Iulia. Augusta. Questa medaglia fu battuta in onore di Gordiano ancora giouinetto dalla Colonia Giulia, la qual fu detta Iulia Caesarea, da prima chiamata Iol, che fu città regale di Iuba, posta in Africa ne'confini della Mauritania Cesariense, della quale cosi scriue Plinio al libr. V. cap. II.
   Oppidum celeberrimum Caesarea antea uocitatum Iol, Iubae regia, à Diuo Claudio Coloniae iure donata, eiusdem iussu deductis veteranis. Di questa scriue ancora Ptolemeo.
   L'animale appresso la figura di Baccho è una Pantera, attribuita à Baccho, per essere tale animale di sua natura ebbro, & molto vago del uino; & cosi la uite ancora si attribuisce à questo Dio. L'altra figura del fanciullo appresso quella di Baccho è Gordiano, al qual medesimamente si può attribuire la uite con vue acerbe, significando ancora essa uite immaturità & acerbità; conciosia cosa che le vue, che non sono colte in tempo, & in sua stagione, piu tosto sono acerbe & insuaui al gusto per la loro immaturità, che soaui la qual v
te è

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer