Full text: Erizzo, Sebastiano: DISCORSO DI M. SEBASTIANO ERIZZO. Sopra le Medaglie de gli Antichi.

537.

cap. 42. doue parla della natura de caualli, dicendo, che hebbe Alessandro Magno un cauallo rarissimo, il quale chiamorono Bucefalo, ò dall'aspetto toruo, ouer perche haueua nella spalla impresso un capo di Tauro. Dicono che fu comperato sedeci talenti dal gregge di Filonico Farsalico, essendo an cora fanciullo, preso dall'amore della sua bellezza. Questo essendo con ornamento reale, non uolse mai che alcun'altro lo caualcasse che Alessandro, ributtando gli altri per tutto. Il medesimo è celebrato nelle battaglie di una certa opera memorabile. Nella espugnatione di Thebe essendo ferito, non sostenne che Alessandro salisse sopra altro cauallo, & in oltre, molte altre cose simili, per le quali il Rè gli celebrò le esequie, quando morì. Et edificò una città intorno alla sua sepoltura, chiamandola del nome suo. Vedesi poi un'altra medaglia, in rame, picciola, pur di Alessandro, con la testa armata da una parte del detto; & dal riuerso la figura ignuda di Ercole, che strigne il collo al Nemeo leone, con tale iscrittione di dietro. ΑΛΕΞΑΝΔΡΟΥ . Et un'altra medaglia appresso, con la testa della pelle leonina vestita, con lettere all'incontro di essa testa. ΑΛΕΞΑΝΔΡΟΥ . Ha per riuerso vn leon con la claua di sopra, con tale iscrittione, ΚΟΙΝΟΝ. ΜΑΚΕΔΟΝΩΝ. Β. ΝΕΩ . . . . Il qual segno di Ercole del leone & della claua ne i detti riuersi ci dimostra il lignaggio del Magno Alessandro, tenendosi che esso traesse origine da Ercole, come di sopra si è detto. Trouasi ancora la medesima medaglia di Alessandro, di mezana grandezza, armato la testa di un'elmo, con lettere tali. ΑΛΕΞΑΝΔΡΟΥ . Ha per riuerso lo stesso leone, con la claua di sopra, & con la medesima iscrittione d'intorno & alcune altre hanno per riuerso le armi di Ercole, cioè la claua, l'arco, e la faretra, con iscrittione ΚΟΙΝΟΝ. ΜΑΚΕΔΟΝΩΝ. ΝΕΩΚ . Vn'altra io ne ho ueduta col capo uestito del medesimo della pelle leonina, ha per riuerso l'arco col turcasso & la claua, con una testa del detto Ercole, con tale iscrittione ΘΕΟΓΕΝΗΣ ΕΡΜΟΔΩΡΟΥ. ΕΡΥ . . . Et un'altra medaglia ancora con la testa del detto, con l'istesse lettere. ha per riuerso una carretta tirata da dui caualli, & guidata da una figura di una Vittoria con la medesima iscrittione. Et un'altra ancora, con la testa del medesimo, con le sue lettere, hauea per riuerso una bellissima Corona, dentro alla quale erano le dette lettere ΚΟΙΝΟΝ ΜΑΚΕΔΟΝΩΝ. ΔΙCΝΕΩ . . . Et un'altra, con le sue lettere intorno la testa, ha per riuerso una tauola, sopra la quale si ueggono due uasi con due palme dentro, con la iscrittione ΚΟΙΝΟΝ. ΜΑΚΕΔΟΝΩΝ . Adunque per tal cagione noi ancora diremo che dal riuerso della medaglia di Alessandro Seuero, sia figurata la testa di Gioue Ammone, ciò referendo ad Alessandro Macedone; & per significare ancora la imitatione, che questo Principe hauea con quello, il quale di questo Dio si gloriaua esser figliuolo.
IL ME-

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer