Full text: Erizzo, Sebastiano: DISCORSO DI M. SEBASTIANO ERIZZO. Sopra le Medaglie de gli Antichi.

497.

ponesse ò constituisse à qualche Prouincia il suo Re, per la quale constitutio ne ne fosse la medaglia battuta, si come scrime scriue Elio Spartiano nella sua vita, parlando de gli Antiochensi & Bizantij. Antiochensibus & Byzantiis interuéntu suo iura uetusta restituit; quibus iratus fuit Seuerus, quod Nigrum iuuerant. Benche quali fossero questi popoli, a i quali assignasse Antonino il Re, per lo mancamento delle lettere, noi non possiamo discernere. Questa coronatione si vede in tale riuerso molto espressa, per le molte figure, che dentro il foro stanno à vedere l'Imperatore coronante questo Re, & per diuerse altre, che entrano & escono del detto foro.
Figure
Type: drawing

    IL MEDAGLIONE di Caracalla, in rame, Greco, con due teste con tutto il petto, l'una uolta all'incontro dell'altra, che sono di Caracalla, & di Geta ambi fratelli, in giouenile età; con lettere tali Greche intorno. ΑΥΤΟΚ. ΚΑΙ. Μ. ΑΥΡΗ ΑΝΤΩΝΕΙΝΟC . & sotto alle dette teste. ΛΟΥ. CΕΠΤΙΜΙΟC. ΓΕΤΑC. ΚΑΙCΑΡ . cioè. Imperator. Caesar. Marcus. Aurelius. Antoninus. Et Lucius. Septimius. Geta. Caesar. Ha per riuerso vna figura armata à cauallo con la barba, & in matura età, che porge il destro braccio innanzi; dirimpetto à cui si uede vn trofeo carico di spoglie & armi di nemici, a' piedi del quale siede vn cattiuo legato; & si leggono lettere tali intorno. ΕΠΙ. CΤΡΑΤΗΓΟ. ΓΛΙΡΡΙΟΥ. . . . . ΕΛΑΙΤΩΝ . &C. ΕΠΙΣΤΑΤΟΥ . &C. cioè. Sub. Preside. Imperatore. Illyriciani. exercitus. ouer Tempore. Imperatotis. Illyriciani. Exercitus. Questa medaglia, per quanto si vede, fu battuta da alcuni popoli della Grecia, il nome de quali nõ possiamo per le lettere frammentate conoscere, per onorare questi due fratelli in età giouenile, Antonino Caracalla, & Settimio Geta, ma forse questi popoli Elesi, sono di Elea città dell' Asia, edificata da Menesteo, di cui scriue Stefano de Vrbib. i popoli della quale si chiamauano Ελαῖτ{αι}. Ma la figura à cauallo con quel trofeo, & prigione, che dal riuerso si vede, fu in questa medaglia signata, per memoria del'impresa, che Seuero padre di questi due Principi fece contra Pescennio Nigro, quando creato Cipitano dall'essercito Illirico, passò nell' Asia minore, & combattendo diuerse volte con la gente di Nigro, con crudele & sanguinoso fatto d'arme, fu esso Pescennio Nigro superato. Nella qual battaglia essendo si lungamente cõbattuto, fu grandissima la moltitudine de' morti, & de'feriti, si fattamente, che i fiumi si vedeuano tinti di sangue, & pieni di huomini, & di caualli. In questa vittoria, Pescennio Nigto non hauendo altro rimedio, scampò della battaglia; ma essendo poi ritrouato dalla gente di Seuero, fu preso, & gli fu tagliata la testa, & portata per gli alloggiamenti fu la punta d'vna lancia. Ma riceuuta c'hebbe Seuero questa vittoria, in tutte le Prouincie di Oriente non trouò resi-
stentia,

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer