Full text: Erizzo, Sebastiano: DISCORSO DI M. SEBASTIANO ERIZZO. Sopra le Medaglie de gli Antichi.

34.

morabile uittoria dello Egitto. Tanto più, che, accioche la memoria della riceuuta uittoria in quelle parti restasse nel futuro più celebrata, Augusto edificò uicino ad Attio vna città, alla quale pose nome Nicopoli, quasi città della vittoria. La quale fu poi Colonia condotta da esso Augusto. Della qual città, per tal cagione edificata, scriue il medesimo Dione nel lib. 51. in questo modo. Vrbem eo loco ubi castra habuerat, effecit, partim collectis ad eam incolendam hominibus, partim eò translatis finitimis, eiq́ue urbi Nicopolis nomen indidit, ac locum in quo tetenderat, lapidibus quatuor pedum magnitudine constrauit, rostrisq́; nauium captarum ornauit, sacrarium ibi Apollinis sub dio constituens. &c. Si come noi ancora uediamo una medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10060114: »Bronze Coin of Nicopolis (Head of Augustus / Thunderbolt, Caduceus, RPC I 1364)«

in rame greca, di mezana grandezza, di esso Augusto, con tale iscrittione intorno alla testa. ΣΕΒΑΣΤΟΣ. ΚΑΙRΑΡ . ciòè Caesar Augustus. Ha per riuerso una Vittoria alata in piedi, che tiene nella destra una Corona, e d'intorno si leggono lettere tali. ΝΙΚΟΠΟAE. .ΙΕΡΑ . . . cioè Sacrę Nicopolis. Vedendosi cotal medaglia battuta dalla città di Nicopoli, per memoria di quella gran uittoria Attiaca, riceuuta da Augusto. Onde dobbiamo noi credere, che anco per memoria di ciò, fosse allora questa medaglia battuta da alcuna Colonia. Percioche trouasi etiandio la medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10036047: »Denarius of Augustus / Crocodile (RIC 275b)«
  · Census ID10036075: »Denarius of Augustus / Crocodile (RIC 545)«

d'argento, col rouescio del cocodrilo, con lettere, che dicono. AEGYPTO CAPTA . Però il cocodrilo in questa medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10018080: »As of Augustus (Octavian and Agrippa / Crocodile, RIC 159; Bronze Coin of Nemausus RPC I 525)«

, di cui hora parliamo, è incatenato ad una palma, che ci dinota la presura sua, cioè dello Egitto. Ma le lettere dal rouescio segnate COL. NEM . io giudico, che cosi s'habbiano à leggere. Colonia. Nemausum. ouer Nemausiensium. La quale era Colonia Romana, & fu la città, che fece battere la presente medaglia. Della quale cosi fa mentione Strabone al lib. 4. Aricomiscorum uerò metropolis Nemausus extat, alienigena quidem plebe, & mercatorum numero, longe Narbone inferior; caeterum regendae ciuitatis forma superior. Quatuor enim & viginti eiusdem nationis uicos habet subditos, uirorum fortitudine excellentissimos, illi tributa conferentes, & Latij ius habentes, adeò vt qui aedilitatis, quaesturaeq́ue dignitatem assecuti sunt Romani in Nemauso adsint. Quamobrem huic nationi nullum, cum venientibus è Roma praetoribus, negotium est. &c. Et Elio Spartiano ancora nella uita d'Adriano ne fa mentione, parlando di Plotina moglie di Traiano. Per idem tempus in honorem Plotinae basilicam apud Nemausum opere mirabili extruxit. &c. La qual Colonia Nemausiense era vna delle quattordici Colonie Romane della Gallia Narbonense: onde Pompon. Mela al lib. 2. nomina questa città Nemauso tra le opulentissime della Gallia Narbonense. Et io credo, che questa città Nemauso sia Nimes di Linguadocca. M. Agrippa fu tenuto da Augusto in gran stima & onore, & fu suo genero; & nelle cose importanti uoleua sempre il suo consiglio. Onde non solo à lui lasciaua l'amministratione delle prouincie, & il gouerno de gli esserciti, & delle armate, ma ancora permetteua ch'egli vsasse il suo sigillo, & nelle lettere il proprio nome di Augusto. Questo fù quel M. Agrippa, che edificò a sue spese quel bello & memorabil Tempio in Roma, da lui chia-
A 4 mato

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer