Full text: Vico, Enea: LE IMAGINI DELLE DONNE AVGVSTE INTAGLIATE IN ISTAMPA DI RAME; CON LE VITE ET ISPOSITIONI DI ENEA VICO, SOPRA I RIVERSI DELLE LORO MEDAGLIE ANTICHE. LIBRO PRIMO.

343.

344.
DI FLAVIA DOMITILLA MOGLIE
DI VESPASIANO .


   F LAVIA DOMITILLA , fu figliuola di Flauio Liberale nato in Terentino Castello di Latio , & che solamente haueua ottenuto d'essere Cancelliere di Questore. Essendo ella fanciulla, fu data dal padre suo come per ostaggio & pegno, a Statilio Capella Caualiere Romano nato in Tabraca castello della Numidia , come si crede, per vna gran somma di danari, ch'egli gli deueua; & dall'istesso Statilio fu mandata di Africa , obbligata a Roma sotto nome di credito in saluo ad vno suo amico, come donna quanto a priuilegij, secondo la legge Elia Sentia, di conditione Latina, cioè Libertina, come scriue Sesto Aurelio , & Filippo Beroaldo nella vita di Domitiano , sopra il titolo ottauo. Appresso, hauendo il padre trattata la causa dauanti a' Giudici chiamati Recuperatorij, ella fu riconosciuta per nata di gente libera, & per cittadina Romana. Fu poi maritata a Flauio Vespasiano , alquale ella partorì Tito , Domitiano , & Domitilla, & morì in tempo, che ancora il marito si trouaua cittadino priuato; si come racconta Suetonio nella vita del detto, al titolo terzo.
    Vi fu vn' altra parimente chiamata Flauia Domitilla, nipote per parte di moglie di Flauio Clemente, fratello di Vespasiano , laquale da Domitiano poi Imperadore, secondo Suetonio & Dione , fu confinata nell' Isola Pandataria , & appresso martorizata; perche ella haueua confessato lei essere Cristiana insieme con molti altri, si come Platina scriue nella vita di Cleto Papa , & Eusebio nella Cronica, & nel terzo libro della sacra Historia, al capitolo decim'ottauo.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer