Full text: Vico, Enea: DISCORSI DI M. ENEA VICO PARMIGIANO, SOPRA LE MEDAGLIE DE GLI ANTICHI DIVISI IN DVE LIBRI.

136.

137.
DE GLI ERRORI NOTABILI DI PIV SCRIT -
tori intorno a' cognomi de gli antichi. C ap. VI .


    MA PER uenire non meno a' cognomi: G iulia madre di E lagabalo I mperadore , non è ella da A urelio V ittore nominata S emea? da E utropio al libro ottauo, e da I acopo di S trada nel libro delle imagini de gl' I mperadori, S emiasira, e S imiasira? da L ampridio , e dal M ondogneto S emiamira? E finalmente da E gnatio S cenide , si come anco da E rodiano ? V edete lo scritto delle medaglie sue, che dice. IVLIA SOEMIA AVG .
   N on meno con uocabolo corrotto, e falso, il figliuolo di costei da E rodiano : da A urelio V ittore : da E utropio : da L ampridio : da E usebio : da C aβiodoro , da O rosio : da P latina : dal M ondogneto : e da gli altri tutti, è cognominato H eliogabalo, o uero H eleagabalo conla lettera H. & la lettera I. o uero E. in uece di E lagabalo senza le dette lettere, mutando la loro lettera o, in a. & L eonardo de porto nel libro secondo, il cui titolo è, D e S estertio pecuijs ponderibus & mensuris antiquis, spezza questo nome in cotal guisa, A elio G abalo. M a L ampridio dubita, se costui fosse sacerdote del S ole, o uero di G ioue . N ulladimeno una medaglia per molta belleza riguardeuole, e per la rarità marauigliosa, tiene fra le molte sue preciosiβime cose M. T iberio D eciano in P adoua , lettore di legge eccellentiβimo; con si fatte lettere nel diritto, IMP. CAES. M. AVR. ANTONINVS AVG . & nel riuerso, SACERDOS DEI SOLIS ELAGAB . & la maggior parte di dette medaglie, o hanno la figura del S ole, o il S acerdote di questo D io; & alcune & l'uno, & l'altro. E niuno sin qui si è auueduto, che questa dittione si debba cosi leggere, fuor che G iouambattista E gnatio . Q uesto eccellente huomo nelle sue annotationi citando la medaglia, ammonisce, che si debba leggere, E lagabalo, si come è detto.
   V sciuami anco di mente, che I ulia A uia del medesimo E lagabalo , in uece di M esa, alcuni detta l'hanno E messa: chi ha la medaglia ueduta, sa, che dice, IVLIA MAESA .

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer