Full text: Vico, Enea: DISCORSI DI M. ENEA VICO PARMIGIANO, SOPRA LE MEDAGLIE DE GLI ANTICHI DIVISI IN DVE LIBRI.

112.

canico le porta nel dito, ma di queste, ne la N atura, ne l'arte, hoggi possanza ha di generarne ( che antiche siano ) anzi ogni giorno quelle poche, che restate ci sono, si uanno perdendo, o si riducono in mano di pochi, e di grandi huomini, e potenti. E fra tutte l'altre cose, chi rettamente secondo il merito uorrà discernere, giudicherà le medaglie di nobiltà tenere il primo luogo, per l'antichità, per il fine a che furono fatte, per la materia loro, per l'artificio, per le cose contenute, per la rarità, e per la molta utilità, e dilettatione, che ne segue a chi compiutamente ne fa profeβione, e studio.
IL FINE DEL PRIMO LIBRO .

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer