Full text: Vico, Enea: DISCORSI DI M. ENEA VICO PARMIGIANO, SOPRA LE MEDAGLIE DE GLI ANTICHI DIVISI IN DVE LIBRI.

85.

quali hoggi sieno i pregi, è impoβibile narrare: il perche, secondo ch'elle sono rare d'effigie, o di historia nella parte riuersa, o da buona mano scolpite, e conseruate, gli uengono alzati i pregi, e fatte le estimationi grandi.

86.
DELLE MEDAGLIE ANTICHE CON PIV EC -
cellenza scolpite, e di miglior disegno. C ap. XVII.


   MA a giudicare quali M edaglie da piu dotta mano sieno scolpite, piu si rende atto il giudicio de gli intelligenti del disegno, e dell'arte scultrice, che de gli altri. P er sentenza de' quali dico esser buone in disegno, & in scoltura quelle di A ugusto , di T iberio , di C aligula , di C laudio , di N erone , di G alba , di V itellio , di V espasiano , di T ito , di D omitiano , di N erua , di T raiano , di A driano , di A ntonino , di M. A urelio filosofo, e di C ommodo , sino a P ertinace , & a S euero I mp. dipoi incominciò l'arte grandemente amancare. L e migliori in scoltura sono da questi, insino a N erua I mp. M a le piu ottime, e di eccellenza superiori a tutte, e che uincono l'altre di bellezza, sono quelle, che nel prencipato di C aligula , di C laudio , e di N erone furono fatte: conciososse, che trouandosi in G recia all'hora spenta l'arte dello scolpire, fioriua appresso i R omani, & era in colmo; perche gli I mperadori ricchi d' I mperio, e di danari, e per longa pace goduta si ociosi, ue gli tirarono con groβi premij, honorandogli con ricchezza; percioche communemente le uirtù & l'arti in que' luoghi concorrono, et fioriscono piu, doue il P rencipe se ne mostra amatore, e liberale; ilche fa succeβiuamente, che essendo esso P rencipe imitato, indi nasce la concorrenza ne gli ingegni & in quei, che se ne dilettano, doue appresso segue, indi ne' premij la publica liberalità, della quale, circa a tai cose, chi piu essempi ueder ne uuole, legga P linio nel libro XXXV. e XXXVI.

87.
DELLE MEDAGLIE ANTICHE, CHE HOGGI
dì sono rare. C ap. XVIII.


    A ME si rende facile ancora, per molte hauerne uedute, e per le note, che io ne tengo disegnate ne' miei libri, sapere quali medaglie sieno in questi tempirare. D elle R omane adunque parlando, poca quantità se ne troua di rame con la effigie di A ugusto da un lato, e dall'altro la C orona R ostrata, ch'egli donò ad A grippa , o uero per se si prese.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer