Full text: Vico, Enea: DISCORSI DI M. ENEA VICO PARMIGIANO, SOPRA LE MEDAGLIE DE GLI ANTICHI DIVISI IN DVE LIBRI.

81.

extraxit. E t cum M aro conuiuas testaretur amotam esse imaginem obstenis: & iam subscriptione componeret: ostendit in manu sua seruus annulum. S i quis hunc seruum uocat: & illum conuiuam uocabit. S in qui S eneca , dalle quali parole si puo comprendere, di quanta riuerenza fossero le imagini de' C esari, per gli antichi. A ppresso qual fosse delle medaglie la dignità, si può giudicare per le effigie. L equali fra segni militari, come V egetio nel secondo scriue, & M odesto , non solamente da gli esserciti, ma da i R e ancora erano adorate, si come appo gli historici si legge.
   R endono ancor testimonio della nobiltà di queste gl' I mperadori piu ultimi, perche ne' C odici di I ustiniano I mperadore nel lib. XI. T it. X. della P odestà delle antiche medaglie, si leggono parole tali.
   I mperator C ostantinus A ug. de potestate ueterum N umismatum. S olidos ueteres P rincipum ueneratione formatos ita tradi, ac suscipi ab ementibus, & distrahentibus iubemus, ut nihil omnino refragationis oriatur, modo ut debiti ponderis sint, & speciei probae: scituris uniuersis, qui aliter fecerint haud leuiter in se uindicandum.
   T estificano la dignità delle medaglie ( e specialmente di rame ) T ito di V espasiano , D omitiano , N erua , e T raiano ; i tre primi de' quali, restituirono alla memoria in esse medaglie, le imagini di A ugusto ; T raiano quella di G ermanico C esare ( è questa ho io ) e di G alba I mperadore , con farle di nuouo ricognare in moneta, con lettere dall' altra parte, che diceuano; I mp. T itus V esp. o uero D omitianus, o uero T raianus restituit.

82.
DELLA ECCELLENTE SCOLTVRA DELLE
M edaglie antiche. C ap. XV.


    DELL ' arte, & eccellenza della scoltura, che si gode nelle medaglie antiche, fanno ampia fede i P ittori, gli S cultori, e gl' I ntagliatori di disegno, e que' che sono huomini di giudicio; e tutti quelli parimente, che di queste arti si dilettano, imperoche da questo genere di uirtuosi, uengono con somma osseruanza pregiate, e riuerite; tanto, che io ho gia ueduto alcuni da tale piacere del mirarle presi, che da inhonesti costumi si sono distolti, e datosi ( come per un certo stimolo ) a uita gentile, & honorata.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer