Full text: Vico, Enea: DISCORSI DI M. ENEA VICO PARMIGIANO, SOPRA LE MEDAGLIE DE GLI ANTICHI DIVISI IN DVE LIBRI.

39.

con la moneta si poβiamo accommodare: ne impedisce il danaio, che non si possa fare il baratto, in caso che sia di contento de' mercatanti. E t per dir ancora della permutatione questo tanto; pare che etiandio la fortuna, e la permutatione istessa habbia uoluto ceder alle monete la sua antica dignità, percioche hoggi fra i professori delle antichità si costuma talmente il barratto di medaglie con medaglie, di marmi, & intagli, o camei con altre sorti d'antichaglie, che e' pare, degnamente non si poter pareggiare, ne con oro, ne con argento, alla ualuta di queste, se non con la medesima antichità; onde si uede, che insin la fortuna fauorire ha uoluto la loro antica nobiltà. M a l'obliuione ha fatto che ancor non si sa qual fosse di tutti il primo inuentore, che stampasse la moneta.

40.
DE GL'INVENTORI DEL DANAIO CAP. III .


    NELLA historia de gli H ebrei, in quel libro, nel quale segue la creatione del cielo, e della terra, e de gli animali, si legge, che T ubalcaino figliuolo di S ella e di L amech fu d'ogni opera di ferro, e di rame fabricatore, ma non si uede in quel luogo mentione alcuna di pecunia; pure è uerisimile, che innanzi al diluuio essa moneta fosse stata coniata, conciosia che passarono piu di tre mila anni. E dopo questa uniuersale inondatione a tempi di A brahamo gli huomini si usurparono la inuentione del danaio, si come le istesse lettere de gli H ebrei dimostrano, le quali dicono, che questo huomo partendosi di E gitto , ascendendo alla parte australe, fu molto ricco d'oro e d'argento: & A melech R e di G erara ha. uergli dato mille danari d'argento, & egli comperando certo terreno, diede ad E phrone figliuolo di S eoro quattrocento danari d'argento chiamati S icli, onde si comprende l'antichiβima origine della moneta. H erodoto A licarnaseo nel primo delle historie scriue, che i L idi ( habitatori del l' A sia ) primieramente batterono la moneta d'oro, e quella d'argento per comprare, al quale L ucano nel sesto delle F arsalie discorda. S trabone dice essere stati que' della C ittà di N aso , che prima cogniarono il danaio. E phoro scriue, che da F idone in E gina I sola , la prima uolta fu segnato l'argento, testimonio è S trabone al libro ottauo della G eografia, l'openione de' quali seguita E liano nel duodecimo di V aria historia. A ltri dicono, che H eritthonio quarto R e de gli A theniesi, primieramente in quel-

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer