Full text: Augustin, Antonio: DIALOGHI DI DON ANTONIO AGOSTINI ARCIVESCOVO DI TARRACONA INTORNO ALLE MEDAGLIE INSCRITTIONI ET ALTRE ANTICHITA TRADOTTI DI LINGVA SPAGNVOLA IN ITALIANA DA DIONIGI OTTAVIANO SADA & dal medesimo accresciuti con diuerse' annotationi, & illustrati con 36 disegni di molte Medaglie. & d'altre figure'.

332.

Figure
Type: drawing

Note: Legend:
Coin drawings starting from upper left:

1. Coin not classified yet.
2. Census ID 10065870: »Copper coin of Graccurris (Tiberius / Bull, RPC I 429)«
3. Coin not classified yet.

   Dicono che questo luogo fù fondato da Tiberio Sempronio Gracco genero di Scipione Africano , & padre de' due Tribuni Tiberio , & Caio Gracchi. Plinio fà i Graccuritani del priuilegio de'Latini vecchi, hoggi dicono, che si chiama Gragial, & altri Agreda . Hebbe il luogo di Graccuris anticamente nome Illurci, come dice Paolo nell'Epitome di Festo Pompeo . Et se ben Plinio dà vn nome simile ad altri popoli di Spagna , tuttauia non è da marauigliarsene, poiche egli dà gli istessi nomi a diuersi luoghi, & popoli. In Tolomeo Graccuris è messo fra' Vasconi , come Giacca, ancor che fossero del Conuento di Saragozza ,

ma Floro la mette con quelli di Celtiberia.
   B. Perche ha egli cotesto toro la mitra?
   A. Due modi di mitre, o diademe, o come alcuni le chiamano infule hò veduto ne' tori, che menano a sacrificare: l'uno è come questo, che ho detto, triangulare, se bene in alcune mitre dipingono vn circolo in mezo, che resta fatto come l'Hostia nostra dell'altare: l'altro è a guisa d'un semicircolo, fatto nè più nè meno come quelle, che mettono all'imagine de'Santi, & a quella di Christo nostro Signore. Et non è senza misterio, perche si come Dio si fece huomo, & hostia, o vittima per redimerci con la sua santa Passione, & cosi come ancora i suoi Apostoli, & tutti gli altri Martiri patirono la morte per sua Diuina Maestà; forse che quando li conduceuano a morire, andauano nello stesso modo che i Gentili menauano le loro vittime con le stesse mitre, come si ve de fin hoggi in molti di coloro che son condennati a che stiano con esse ne gli atti publici dell'Inquisitione, o in altri a chi per altre cagioni le mettono. Tutte queste pitture, & atti par, che si conformino con l'antica pittura de gli ornamenti delle vittime, & quello di quel circolo, che hà la figura della nostra santa Hostia, è cosa di grande ammiratione. Infulae sunt, dice Festo, flamenta, fiue filamenta lanea, quibus sacerdotes, & Hostiae, templaque velabantur, Et Virgilio dice,
Saepe in honore deum medio, stans hostia ad aras,
Lanea dum niuea circundatur infula vitta:
Inter cunctantes cecidit moribunda ministros.


   Per memoria forse della morte de'santi Martiri c'è restato l'uso delle nostre mitre pontificali.
   B. Portauan' elleno le vittime de' Gentili altri ornamenti?
   A. Io l'ho vedute in diuersi luoghi nell'antichità di Roma con certi ornamenti che rassembrano corone, che pẽdono loro dalle corna di quà, & di là, & alcuni credono, che fossero come sonagli, & di questi se ne veggono nelle medaglie
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10066441: »Denarius of Petillius Capitolinus ( Jupiter / Temple, RRC 487.1)«

di Petilio Capitolino, & d' Augusto nel tempio del Campidoglio. Et per prouar questo s'adducono alcune parole di Suetonio , che parla d'un sogno, che fece Augusto , a cui pareua che Gioue si lamentasse con esso lui: & perche non piangesse li fece metter certe corde piene di sonagli nel suo tempio.
Ff 2 Porta-
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer