Full text: Augustin, Antonio: DIALOGHI DI DON ANTONIO AGOSTINI ARCIVESCOVO DI TARRACONA INTORNO ALLE MEDAGLIE INSCRITTIONI ET ALTRE ANTICHITA TRADOTTI DI LINGVA SPAGNVOLA IN ITALIANA DA DIONIGI OTTAVIANO SADA & dal medesimo accresciuti con diuerse' annotationi, & illustrati con 36 disegni di molte Medaglie. & d'altre figure'.

314.

nome d'Imperadori, come è vna, che hà da vna banda questo nome BILBILI, & dall'altra, ITALICA. & dalla banda, doue è scritto Bilbili, è vna faccia, come d'Imperadore, & nel rouescio vna figura à cauallo: chi fosse questo Imperadore, ò colui, che si vede à cauallo, credo che non si sappia: ancorche la città di Calataiud habbia al presente, come intendo, questa arme, io m'imagino che ciò sia per essersi alcuno abbattuto in questa, ò in altra medaglia, onde, credendo che il nome del luogo fosse questo, pigliassero essa arme.
   B. Alcuni credono, che da principio hauessero S. Giorgio, & che, vedendo queste medaglie, mutassero imprese.
   A. Persuadete loro, che non lascino S.Giorgio, che li può meglio aiutare.
   B. Bisognerà aspettar l'occasione. Ma che crede ella, che voglia significar la parola ltalica? che hauesse forse il Ius Italicum, come molte altre nominate nel titolo De Censibus, ne' Digesti?
   A. Non si truouano in essi nominati di Spagna se non i Pacensi, & quelli di Emerita di Lusitania , & i Valentini, & gli Ilicitani, & i Barcinonesi, i quali chiama Immuni: però da Plinio sappiamo, che tutti i sopradetti sono nomi di Colonie. Egli sarebbe necessario di truouar quando à Bilbilis fu dato quel priuilegio di nominarsi Italica, che questo sopranome mostra d'esser forse molto fauoreuole à quei d' Italia , ancorche io non neghi, che riceua l'interpretatione del Ius Italicum. Vn'altra Italica è nell' Andaluzia , della quale furono Traiano , & Hadriano .
   B. Che intende V.S. per Ius Italicum?
   A. L'hauere il priuilegio, che haueuano quei d' Italia diuerso dall'altre prouincie.
   B. In che cosa era egli differente?
   A. Vedetelo ne' libri di Carlo Sigonio , De iure Italiae, & prouinciarum. Ritorniamo noi all'altre medaglie
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10065766: »Copper coin of Bilbilis (Augustus / Horseman, RPC I 391)«

di Bilbilis , ò Bambola. Si truoua vn'altra medaglia di Cesare Augusto , nella quale non si nomina nè Italica , nè Municipio, & v'è la sudetta statua equestre, & nel diritto, doue si vede la testa di Augusto , sono queste parole, AVGVSTVS. DIVI. F. & dall'altra banda, doue si vede l'huomo à cauallo, è solo questa parola, BILBILIS, & è medaglia di rame di peso circa meza oncia. In vn'altra
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10068649: »Copper coin of Bilbilis (Augustus / Legend in wreath, RPC I 392)«

di rame pur di tal peso, è la faccia d' Augusto con vna corona d'alloro con queste lettere, AVGVSTVS. DIVI. F. PATER. PATRIAE. & nel rouescio si vede vna corona ciuica, o graminea, o d'alloro, con certe lettere nel mezo, che dicono, II. VIR. & nel circuito MV. AVGVSTA. BILBILIS. M. SEMP. TIBERI. L. LICI. VARO.
Figure
Type: drawing

Note: Legend:
Coin drawings starting from upper left:

1. Coin not classified yet.
2. Census ID 10065766: »Copper coin of Bilbilis (Augustus / Horseman, RPC I 391)«

   B. Come s'hanno da leggere cotesti nomi?
   A. Marco Sempronio Tiberino, Lucio Licinio Varo. da questa medaglia si caua, che Bilbilis
si chia-
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer