Full text: Augustin, Antonio: DIALOGHI DI DON ANTONIO AGOSTINI ARCIVESCOVO DI TARRACONA INTORNO ALLE MEDAGLIE INSCRITTIONI ET ALTRE ANTICHITA TRADOTTI DI LINGVA SPAGNVOLA IN ITALIANA DA DIONIGI OTTAVIANO SADA & dal medesimo accresciuti con diuerse' annotationi, & illustrati con 36 disegni di molte Medaglie. & d'altre figure'.

279.

vanno attorno stampate, è vna figura di questa Dea con i leoni & il crotalo, & con Atis amico suo appoggiato à vn pino, & vi son queste lettere, D.M.M.I. che le interpretano, Deae Magnae Matri Isidi. O queste, M.D.M.I. che voglion dire, Matri Deum Magnae Ideae. come è in vna inscrittione, che comincia, C. Camerius. & si dice Idaea per il monte Ida, che è appresso à Troia . & così chiama i Troiani per dispregio Numano Remulo nel libro nono di Virgilio .
Tympana vos, buxusq. vocat Berecynthiae matris
Idaeae:sinite arma viris, & cedite serro.


   Non sò se ci resti altra cosa da dichiarare di quel che s'è detto da principio.
   B. Ci resta à dire di Diana cacciatrice, & de'suoi cani, & de'cerui.
   A. Io l'ho veduta in molte medaglie
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10066398: »Denarius of C. Hosidius Geta ( Diana / Boar, RRC 407.2)«
  · Census ID10062228: »Denarius of L. Hostilius Saserna (Female Head / Artemis, RRC 448.3)«

, & pietre d'anella con vn cane da caccia, & con la faretra & l'arco, vna volta piegãdolo, & alcun'altra ammazzando vn ceruo; & ancora con vn porco saluatico ferito. & eccoui le medaglie, doue la vedrete ancor voi.
Figure
Type: drawing

Note: Legend:
Coin drawings starting from upper left:

1. Coin not classified yet.
2. Census ID 10066398: »Denarius of C. Hosidius Geta ( Diana / Boar, RRC 407.2)«
3. Coin not classified yet.
4. Coin not classified yet.
5. Coin not classified yet.
6. Census ID 10062228: »Denarius of L. Hostilius Saserna (Female Head / Artemis, RRC 448.3)«

   Però le medaglie di Diana Efesia son più da notare, & da considerare, poiche in esse ella non ha nè la testa nè le braccia di donna, ma d'vn boccale, o d'vn mostro, & non ha se non vn piede, come vn vaso, & per il corpo ha molte poppe, come scriue ancora S. Girolamo nel principio dell'Epistola ad Ephesios. Con questo si viene à confermare quel che dicemmo di sopra, che i più antichi non haueuano figure d'huomini, o di donne ne'lor tempij.
Z B.Et

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer