Full text: Augustin, Antonio: DIALOGHI DI DON ANTONIO AGOSTINI ARCIVESCOVO DI TARRACONA INTORNO ALLE MEDAGLIE INSCRITTIONI ET ALTRE ANTICHITA TRADOTTI DI LINGVA SPAGNVOLA IN ITALIANA DA DIONIGI OTTAVIANO SADA & dal medesimo accresciuti con diuerse' annotationi, & illustrati con 36 disegni di molte Medaglie. & d'altre figure'.

245.

Figure
Type: drawing
Che la saetta si attribuisca à queste due Dee, la ragione sarà, perche teneuano Giunone per l'aria, & più certo per Dea dell'aria: & nell'aria si generano le saette con li nuuoli accesi. La saetta à Pallade par che si dia per dimostrare il furore, & il fuoco del suo combattere, & così disse Cicerone , & poi Virgilio ,

duo fulmina belli Scipiades.
Vengo alle ghiande, che in Latino anticamente si chiamauano, Iuglandes, quasi louis glandes, & il Poeta dice,

Ioui quoe maxima frondet
Esculus, atq. habitae Graiis oracula quercus.

Et in vn'altro luogo,

Sicubi magna Iouis antiquo robore quercus.


Et Plinio parlando de gli alberi dedicati à gli Dei, nomina questi: Ioui esculus, Apollini laurus, Mineruae olea, Veneri myrtus, Herculi populus. Per le quali cose si proua molto bene, che questo albero è di Gioue : & tra gli oracoli più antichi erano quei del tempio di Gioue di Dodona , doue erano questi alberi, che rispondeuano come oracoli, quando gl'huomini andauano colà à mangiar delle ghiande come porci, & per ciò meritauano taii profeti, & Dei. & a questo proposito disse Virgilio ,

Prima Ceres serro mortales vertere terram
Instituit, cum iam glandes, atque arbuta Sacrae

Defice-

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer