Full text: Augustin, Antonio: DIALOGHI DI DON ANTONIO AGOSTINI ARCIVESCOVO DI TARRACONA INTORNO ALLE MEDAGLIE INSCRITTIONI ET ALTRE ANTICHITA TRADOTTI DI LINGVA SPAGNVOLA IN ITALIANA DA DIONIGI OTTAVIANO SADA & dal medesimo accresciuti con diuerse' annotationi, & illustrati con 36 disegni di molte Medaglie. & d'altre figure'.

233.

Figure
Type: drawing

Note: Legend:
Coin drawings starting from upper left:

1. Census ID 10018806: »Denarius of L. Scribonius Libo (Bonus Eventus / Puteal Scribonianum, RRC 416.1a)«
2. Census ID 10065793: »Denarius of P. Lepidus and L. Scribonius Libo (Concordia / Puteal Scribonianum, RRC 417.1a)«
3. Census ID 10064003: »Denarius of Civil Wars (Female bust / Roma, RIC 11)«

   B. Et per che si chiamaua egli bidentale?
   A. Per che con vna, ò piu pecore chiamate bidenti, si purificaua.
   B.

Truouas'egli delle pecore che non habbiano piu di due denti? come diceua vn Grammatico al tempo d' Aulo Gellio , ò di Macrobio .
   A. Io non ne ho vedute mai; ma s'intende di quelle di due anni. Le parole di Cicerone che parlano del Puteal, son queste. Cotem illam, & nouaculam defoβam in Comitio, supraq. impositum Puteal accepimus.
   B. Per coteste parole non s'intende, che quiui fusse la saetta, ma solo, che il Puteal fusse messo per coprire il luogo, doue era quella pietra & quel rasoio miracoloso. Ma vorrei sapere, che cosa è Comitio.
   A. Egli è la parte del Foro scoperta, doue si poteua ragunar la gente per li Comitij, cioè per vdire i sermoni, & le dicerie de gli Oratori, o de Tribuni, o de Consoli, o d'altri Magistrati, & per dar il voto nelle cose che non si trattauano ne'Comitij Centuriati.
   B. Et che cosa sono i Comitij Centuriati?
   A. I Comitij erano di tre sorti, Centuriati, Curiati, & Tributi. Nei Centuriati si ritruouaua tutto il popolo Romano, così, i nobili, & Patritij, & i Senatori, come il restante del popolo Romano, li quali si diuideuano in cinque classi, & ogni classe in certo numero di Centurie: & si teneuano questi Comitij in Campo Martio fuor di Roma . Nei Curiati si ripartiua il popolo in trenta Curie, delle quali poteuano essere tanto i Senatori, quanto i Plebei, & credo che si ragunassero in qualche Curia. Ne'i Tributi il popolo si partiua per Tribu solamente, & non v'erano Patritij nè Senatori, & questi si congregauano nel Comitio già detto.
   B. Che differenza è egli fra Centurie, Curie, & Tribu?
   A. Io dubito che noi nó la finiremo mai. Vedete il libro di Niccolo Grucchio de Comitiis. Ma per dirne vna parola, Romolo parti il Popolo in trenta Curie, Seruio Tullio in cinque classe, & ogni classe in certe centurie. Le Tribù da prima furono poche, poi furono trentacinque. Et da principio le Cẽturie nó si nominauano per lo nome delle Tribù, come auuenne dipoi: ma di
questo

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer