Full text: Angeloni, Francesco: LA HISTORIA AVGVSTA DA Giulio Cesare infino à Costantino il Magno

108.

    Fù Claudio tanto diligente, e sostenne tali fatiche nell'amministrare la Giustitia, e nel tenere ragione, quando era Consolo, e fuori del Consolato, che non risparmiò li dì festiui, e solenni, e che per antica vsanza erano Religiosi; nè men quelli, che particolarmente si guardauano per ragion de'suoi parenti; e così fù studioso nel moderare, e nell'addolcire l'asprezza delle leggi, e nel castigar coloro, che ne abusauano, e commetteuano delle frodi, fin col fargli diuorare dalle fiere, che per ciò giudico fosse decretato
   7. l'altro rouescio
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10066671: »As of Claudius / Constantia (RIC 111) (owner: Angeloni)«

di vna figura in piedi vestita alla militare, col paludamento gittato nel didietro, con celata in capo, & vn hasta nella sinistra, e tiene il secondo dito della destra mano alzato al pari della faccia, a guisa di chi afferma constantemente alcuna cosa; leggendouisi: CONSTANTIAE AVGVSTI S. C. poiche la Costanza è compagna della Fortezza e della Giustitia, e questa si conuiene così a chi giudica, come a'Soldati nell'esercitio loro Militare.
    Ma per confirmare il concetto medesimo della diligente, e retta giustitia amministrata
   8. da Claudio, vedesi in medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10066677: »Quadrans of Claudius (Hand Holding Scales / SC, RIC 85) (owner: Angeloni)«
  · Census ID10050144: »Quadrans of Claudius (Hand Holding Scales / SC, RIC 91)«

, oltre la testa, e parole descritte, vna mano, che con le dita pollice, & anulare, tiene librata vna bilancia con lettere: P. N. R. S. C. le tre prime delle quali, altro non mi posso dar a credere, che vogliano inferire, che il nome del monetale, sotto di cui fù stampata tal medaglia. Per l'altre s'intende Senatus Consulto. Giustitia è quella volontà costante, che si tiene perpetua di dare a ciascuno quello, che gli si dee, & è veramente vn bene, che abbraccia tutti gli altri beni. La Bilancia è simbolo della Giustitia, perche come da quella si aggiustano le cose graui, e materiali; così dalla Giustitia, che è virtù, si agguagliano i beni dell'animo, e si pone regola alle attioni dell'Huomo. Ouero le bilancie, in cotal guisa disposte, furono come contrasegno dello studio vsato da Claudio, che non solamente le monete fossero nel suo tempo di buona lega, ma etiandio di giusto peso; e dimostrassero le dette lettere il contrasegno del monetale, accioche fosse palese sotto qual ministro erano battute.
    E'anche in altro rouescio
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10066680: »As of Claudius / Minerva (RIC 100) (owner: Angeloni)«
  · Census ID10050426: »As of Claudius / Minerva (RIC 116)«

vna bellissima Minerua, che sostiene vn'hasta con la destra,
   9. in atto di lanciarla, e con la sinistra imbraccia lo scudo, & hà il capo armato di celata, vestendo habito lungo, e schietto, e quasi, che ella muoua il passo per caminare: nè altro vi si legge, che S. C. Simil rouescio mi persuado, che fosse stampato di tal guisa per denotare, che Claudio fù amicissimo di Minerua; poiche fin da piccolo diede grande opera alle scienze, & alle arti liberali, & in tutte mandò fuori delle compositioni, mostrandosi in varie occorrenze dotto, & eloquente. Ma douendo continuar la proua del sopraintendere, che faceua Claudio, accioche la Giustitia hauesse suo luogo, si può in tal proposito soggiungere, che essendo Minerua la Dea della prudenza, e del sapere, dimostra, con lo scudo rotondo, che'l mondo, dell'istessa forma, è gouernato con infinita prudenza, e non a caso: dando a vedere col dardo, che'l prudente può nuocere altrui etiandio di lontano: ouero, che la forza della prudenza penetra la durezza delle più difficili cose: oltre che dauasi a Minerua il nome di Ciuile, e di Vrbana, volendosi gouernare le Città, e li Popoli pacificamente, e con prudenza.
    All'altre cose, che operò Claudio a gloria de'suoi parenti, hauendo richiamate Giulia, & Agrippina da'confini, doue Caio le condannò; & instituito il giurare per lo nome di Augusto; & allogata l'Auola Liuia fra'Diui, & ordinate essequie, & altri honori al Padre Druso, e alla Madre Antonia, e celebrato il nome di Marcantonio suo Auolo,
aggiunse

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer