Full text: Angeloni, Francesco: LA HISTORIA AVGVSTA DA Giulio Cesare infino à Costantino il Magno

547.

mina fare l'inimico, e sà operare, con rimedij opportuni di non patirne danno. Si dà a Minerua l'hasta, intendendosi, che l'huomo prudente può anche di lontano danneggiare altrui: o pure, che la prudenza è di tal forza, che penetra qualunque durezza delle cose più difficili, e giunge fino al Cielo. Erano allogate nell'Imperadore Costantino molte virtù ad vn tratto: ma quella della Sapienza, che lo dimostrò insieme nelle sue attioni prudente, hebbe egli perfettamente. Nè fù, nel vero, piccolo effetto di sapienza il giungere, nel colmo delle persecutioni, che si faceuano contra i fedeli di Christo, a comprendere vna verità tanto al Mondo importante, quanto fù quella del distinguer la vera dalla falsa credenza, che fece poscia conoscer vniuersalmente Cristo, per vero Iddio, e per falsi gl'Idoli: nè inferiore fù la prudenza di tanto Imperadore nell'operare, che da vna fede, ad vn altra, molti Popoli si trasportassero, senza intenderuisi de'contrasti, o delle rebellioni, come in simili casi sogliono incontrare: onde con ragione gli fù stampata la suddetta medaglia co'l simbolo della Sapienza.
   Non è segnale di gloria, che non si confacesse a Costantino in riguardo della sua gran virtù; la quale non lasciaua, ch'egli si volgesse nell'animo cose di mezana conditione, ma quello indrizzaua tutto al colmo delle fortune: onde può credersi, che non si restasse meno di attribuirgliene de'ben grandi, e che se ne facessero in più guise delle memorie: ma la voracità del tempo, e molto più le calamità seguite, dall'hora in quà, non ne hanno lasciato a noi giungere, o se non poche, mancandoui tuttauia quella della statua, che entrato in Roma trionfante, gli fù eretta dal Senato nel Foro; la quale volle il religioso Imperadore, per corroboratione della sua gratitudine, che stringesse con la destra mano vna gran Croce: hauendo egli fatto publicare ad vn tempo, più editti, insieme co'l suo Collega Licinio, a fauore de'Cri stiani; intantoche cessate le tiranniche persecutioni, prese la Cattolica Religione vigor tale sotto di Costantino, che col fauore dell'Onnipotente Iddio, si è dapoi auanzata, e propagherassi fino all'vltimo de'se coli. Nè solamente li due nominati Imperadori vollero, che la Diuina Maestà fosse in Roma, e nell'Imperio loro riuerita, & adorata; ma operarono ancora, che Massimino; il quale imperaua nell'Oriente, comandasse l'istesso in quelle parti; raccogliendosi da ciò il riconoscersi, da Costantino, che le riceuute gratie dal solo grande Iddio gli erano state concedute, e che hauendo perciò la volontà molto stimolata da gli oblighi, gli conueniua lo andar cercando con l'animo suo grato, de' modi, onde apparisse la riuerente sua diuotione verso vn tanto benefattore: la onde si diede al fabricare delle Chiese, & ad arricchirle di ornamenti, e di rendite, & ad honorare, e fauorire sopra tutti li Sacerdoti Cristiani, e ministri del culto Diuino, concedendo loro delle facoltà, delle gratie, e de gli honori ben grandi. Ma la fortuna, che lungo tempo non lascia tranquille le cose humane, concorse ben presto a mescolare simil felicità, co'l timore di alcuni Popoli solleuati nella Germania; a'quali oppostosi Costantino di persona, li raffrenò e in meno di vn anno nascendogli dalla guerra la vittoria, si stabilì l'Imperio in modo, che non valse dapoi alcuna forza di genti esterne per crollarlo. Disprezzò, con dispiacere de'Gentili, i giuochi Secolari, che a suo tempo doueano celebrarsi, essendo scorsi cent'anni da quelli, che Imperando i Filippi, furono rappresentati. Donò a Papa Melciade, Pontefice de'Cristiani, vna commoda habitatione, per lui nel Laterano, e gli fece molti honori; e celebratosi in Roma il Concilio detto Romano, si rallegrò della verità Cattolica in esso publicata, approuando etiandio la condannagione se-
guita

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer