Full text: Angeloni, Francesco: LA HISTORIA AVGVSTA DA Giulio Cesare infino à Costantino il Magno

282.

Figure
Type: drawing
nonstructural

283.
Lucio Vero.


   LVcio Aurelio Vero hebbe per Padre Lucio Ceionio Commodo adottato già da Adriano, e fatto Cesare, & al quale succedette, per morte, nell'adottione Antonino Pio, che d'ordine di Adriano si adottarono Marco Aurelio, e Vero suddetto. Entrato Marco nel gouerno dell'Imperio, vi chiamò a parte esso Vero, e lo inca ninò sotto di lui nel Ptincipato. Nacque Elio in Roma, mentre il Padre era Pretore: ma l'origine Paterna trasse di Toscana, e la Materna di Faenza. Più inclinatione hebbe a'giuochi, & a'piaceri, che alle scienze; benche pure a queste attendesse. Dopo sette anni si trasferì nella Famiglia Aurelia, sotto la cura di Marco. Ventitre ne dimorò priuato nella Corte Imperiale. Nel giorno, che Vero prese la toga virile, dedicando Antonino Pio il Tempio al Padre Adriano, egli diede il Congiario al Popolo, e volle, che Vero sedesse nel mezo di lui, e di Marco, mentre il Questore distribuiua il donatiuo. Conseguì appresso la Questura, e fù due volte Consolo. Non hebbe pertuttociò honoranza, oltre le suddette, che di essere chiamato figliuolo di Augusto. Morto Antonino Pio diede il Senato tutto l'Imperio a Marco; il quale nondimeno si fece compagno Lucio Vero, e gli conferì la Tribunicia Potestà, & il Proconsolato. Ciò si argomenta dalla medaglia, con testa coronata di
   1. alloro, e lettere: IMP. CAES. L. AVREL. VERVS AVG. e due figure togate, che si porgono le destre, con tali note: CONCORD. AVGVSTOR. TR. P. II. COS. II. S. C. il quale rouescio si è veduto in Marco Aurelio, proponendosi ciascuno d'essi di viuere concordi, e di produrre, per tal via, di que'beni, che dall'vnione de gli animi di due Principi buoni, e giusti sogliono vscire in prò de' Popoli, e dell'Imperio.
   Prese Vero per Moglie Lucilla figliuola di Marco: onde amendue, per allegrezza di così fatto Matrimonio, fecero distribuire di molto grano ad vna infinità di fanciulli, e fanciulle; di che stimo restasse la memoria nella medaglia, con testa, e titoli suddetti, con li due Imperadori nel rouescio sedenti sopra di vn palco; a'quali assiste, nel destro la
   2. to persona in piedi, che stringendo vna verga nella sinistra mano, solleua l'altra verso vno,
Bb 2 che

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer