Full text: Angeloni, Francesco: LA HISTORIA AVGVSTA DA Giulio Cesare infino à Costantino il Magno

156.

   Mentre il Mondo si rendeua vago delle amabili, e virtuose attioni di Tito, che come animoso nella guerra, e giusto nella Pace, fù tenuto degno, e gran Principe; terminate, che furono con applauso vniuersale le feste, che si celebrarono per cagione della consecratione dell'Anfiteatro, egli nel quadragesimo secondo anno della sua vita, e nel secondo, e due mesi, e venti giorni d'Imperio, fù dalla morte, con publico dolore, oppresso. E perche, nondimeno, il peruerso fratello di lui lo consacrò, se ne vede pertanto il rincontro nella medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10066983: »Sestertius of Domitian (Titus, RIC 127) (owner: Angeloni)«

, che rappresenta la Statua di Tito in habito Consolare; la quale col capo radiato, con l'hasta nella sinistra mano, e con vn ramoscello nella destra, stà presso di vn Ara sedendo, e vi si legge: DIVO AVG. T. DIVI VESP. F. VESP. nè più oltre si conoscono le lettere corrose dal tempo. Nel dintorno del rouescio stà scritto: IMP. CAES. DIVI VESP. F. DOMIT. AVG. P. M. TR. POT. S. C. Vna simigliante medaglia si è veduta in Augusto, e solo differisce nelle lettere.

157.
Fuluia Augusta.


    S I disse, che in vita priuata, hebbe Tito per moglie Arricidia figliuola di Tertullo Caualiere Romano, la quale morì, senza hauergli generati figliuoli. Dopo questa si sposò in Martia Fuluia di nobile famiglia, & hauendogli partorito Giulia, fù da lui repudiata. Ciò seguì prima, che egli giungesse all'Imperio: onde non sò comprendere la cagione, che persuase alcuna delle Città di Grecia, a rinouare, in medaglia
Note: Further links to external Census database:


, la memoria di cotal Donna, se non si fece per auuentura in gratia di Giulia di lei figliuola, o in riguardo
   17. di alcun beneficio riceuuto da Tito. Si vede pertanto l'effigie di Fuluia figurata con assai vezzoso sembiante in medaglia con lettere: ΦΟΥΛΒΙΑ ΣΕΒΑΣΤΗ, cioè: Fuluia Augusta ; & hà
   18. nel rouescio, per mio parere, Diana Cacciatrice in vestir breue, e succinto, & in atto di caminare, mentre solleua la destra, e stringe con la sinistra vn piccolo dardo, con portamento su'l capo alla simiglianza de'Parti, e vi si legge: ΑΡΓΕΙΡΑΙΩΝ. cioè Argyraeorum: Popoli dell'Acaia. E perche potrebbe riuocarsi in dubbio, che essendo stata Fuluia repudiata da Tito prima, che egli imperasse, non potè però portare il nome di Augusta, che si legge intorno la testa contenuta nella già detta medaglia: pare, che a questo possa rispondersi, che con l'esempio di Caligola, che fece decretare all'Auola sua Antonia gli honori, e titoli conceduti in vari tempi a Liuia; e con l'altro di Claudio, che l'Auola di lui Liuia volle, che fosse riuerita, & adorata in paragone di coloro già fatti Diui, ordinando, che la Madre Antonia, già morta molto prima, si cognominasse Augusta, e con la rinouatione seguita, benche molto dapoi, d'ordine di Settimio Seuero, delle Statue per memoria di Martia prima moglie di lui, e presa nello stato priuato; potesse anche Tito per sè solo, o per compiacerne la figliuola Giulia, operare verso Fuluia, Madre di lei, l'istesso, eseguito in casi simili, da altri: e ch'egli istesso fece, col restituire in medaglia la memoria di Flauia Domitilla morta prima del giungere di lui all'Imperio. E lo poterono trascurare gli scrittori, come incontrò di altre infinite cose di rilieuo, e delle quali s'hanno veridichi rincontri nelle medaglie. Oltre che nel Tesoro del Golzio, dopo hauer egli descritto tutti i nomi, cognomi, titoli, e dignità de gl'Imperadori, & Imperadrici, ripone per vltimo il nome di Fuluia Augusta con simiglianti lettere: ΦΟΥΛΒΙΑ ΣΕΒΑΣΤΗ. cioè Ful-
uia

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer