Full text: Angeloni, Francesco: LA HISTORIA AVGVSTA DA Giulio Cesare infino à Costantino il Magno

144.

    Fù sacrificato per lo ritorno buono dell'Imperadore, alla Dea Fortuna, e ciò si vede entro il rouescio della medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10065313: »Dupondius of Vespasian / Fortuna (RIC 1139) (owner: Angeloni)«

con testa, e lettere già dette, & COS. III. & essa Fortuna
   8. in piedi col Cornucopia nella sinistra mano, e'l ramoscello d'Oliuo nelle destra, che posa sopra vn timone di Naue leggendouisi: FORTVNAE REDVCI S. C.
   Tal fiata simil Fortuna col timone, e senza ruota, s'intendeua per alcun buon successo di guerra maritima: e forse, che di ciò vollero dar segno in simile ritorno dell'Imperadore; perche si comprendesse questo essere seguito, dopo d'hauer egli vinti, e superati per terra, e per mare, gl'Inimici, denotandolo etiandio il ramoscello di Palma, segno di vittoria, e di pace, & il Cornucopia, che rappresenta l'abbondanza, che da quelle deriuano.
    Trouaronsi tanto contenti il Senato, & il Popolo di vn così ottimo Imperadore, che attribuendo ciò a felicità publica, decretarono la medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10066871: »Dupondius of Vespasian / Felicitas (RIC 392) (owner: Angeloni)«

, in cui, oltre l'effigie di esso,
   9. e lettere, che suonano come le descritte, vi stà la figura in piedi della Felicita col Caduceo nella destra, e'l Cornucopia nella sinistra, leggendouisi: FELICITAS PVBLICA S.C. E' la felicità il possesso di vn bene sommamente conosciuto, e desiderato, e disiderabile: Il Cornucopia fa mostra del conseguimento di tale felicità; e percioche quasi a tutte le Deità dipingeuano gli antichi l'hasta in mano, ne porterò in questo luogo alcuna cagione, per non lasciar di sodisfare anche in ciò, là doue la curiosità lo richiedesse. Dice Giustino, che ne'primi tempi l'hasta era portata da i Re in vece del diadema, o dell'Insegna Regale, e che gli Huomini non hauessero all'hora Statue de i Dei; li quali riueriuano, & adorauano sotto la forma d'vn hasta: giunti poscia a fabricare delle Statue, & adorarle, per serbare nondimeno accesa la memoria dell'antica Religione, aggiunsero a così fatti simulacri l'haste: quindi è, che quasi a tutte le figure della Deità si vede l'hasta nell'vna delle mani.
    Poteua veramente dirsi, che stando il Senato, e'l Popolo Romano sotto la Tirannide in tempo di alcuni predecessori di Vespasiano, la bontà di lui hauesse posti loro in isperanza di non sostenere le asprezze, e li pericoli già prouati, e che goderebbono vna lieta, e piaceuole libertà. Si vede però la medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10065324: »Sestertius of Vespasian / Libertas (RIC 82) (owner: Angeloni)«

con testa, e lettere come disopra, col rouescio della Dea Libertà in piedi col pileo nella mano destra, e l'hasta nella sinistra, secondo fù decretata in Galba, e con inscrittione: LIBERTAS PVBLICA S. C.
    Ma vn testimonio più chiaro volle rendere il Senato del concetto, in che tenne, che Vespasiano fosse introduttore, e difensore della libertà publica, decretandogli la medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10065326: »Sestertius of Vespasian / Legend in oak wreath (RIC 124) (owner: Angeloni)«

, che oltre la testa, e lettere già dette, contiene vna corona di lauro con tale elogio scrittoui nel mezo: S. P. Q. R. ADSERTORI LIBERTATIS PVBLICAE; la qual medaglia, che non è comune, non fù stampata per dimenticanza.
    Non gli furono scarsi, nel rappresentare la concordia, con la quale egli procurò, che non meno li Popoli, che i propri figliuoli viuessero; benche Domitiano, per desiderio d'imperare, hauesse spiriti, che lo inclinassero al fare delle nouità. Scolpirono adunque in vna medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10065322: »As of Vespasian / Concordia (RIC 9) (owner: Angeloni)«

, oltre la testa, e lettere notate, la Dea Concordia sedente, che tiene con la destra la Patera, sacrificãdo sù vn prossimo altare, & ha il Cornucopia nella sinistra, leggendouisi: CONCORDIA AVGVSTI S. C. secondo si rappresentò in Vitellio. Produce la Concordia frutti vtili, e piaceuoli; percioche cõ l'essere stimata Diuina, tenendo la Patera in mano, mostra di starsene vnita con Dio; dal quale, mentre in vna Casa, o in vn Po-
polo

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer