Full text: Angeloni, Francesco: LA HISTORIA AVGVSTA DA Giulio Cesare infino à Costantino il Magno

142.

de'Legati di Tito suo figliuolo, La contesa nata frà Otone, e Vitellio fù a lui stimolo, per volgersi a conseguire l'Imperio; massimamente, che per molti prodigi stimò essergli promesso, e comprese l'ardore de'Soldati assai acceso nel concedergliele, come seguì; peroche vditasi la morte di Otone, non stettero guari a dipingere il nome di Vespasiano sù le Insegne; & acconsentitoui Tiberio Alessandro Prefetto dell'Egitto, anche gli altri Gouernadori delle Prouincie vi concorsero. Trouatosi però nel Tempio di Serapide in Alessandria, vi sacrificò, e postosi dapoi su'l Tribunale, si tenne da'Gentili, che rendesse la luce ad vn cieco con lo sputo, e che con vn calcio guarisse vno, che era zoppo. Per la qual cagione accreditato co'Popoli, e morto in quel tanto Vitellio, arriuò Vespasiano in Roma, attesoui auidamente dal Senato; percioche essendo fresca la memoria delle auuenute calamità per la mutatione de'Principi, staua colmo di desiderio di riceuerui vn tale Imperadore honorato dell'honore della Vecchiezza, e della maturità de'gesti bellici, e la cui prudenza si speraua, che douesse essere commoda ad ogni stato; perche il Popolo vessato da'mali domestici, teneua di vscire col mezo di lui, dalle miserie, e di rihauere, con le antiche ricchezze, anche la libertà di goderne. Le genti Militari non vedeuano l'hora, ch'egli giungesse, essendo loro nota la grandezza de'suoi fatti, e che gli errori seguiti per imperitia di altri Capitani resterebbono corretti, & esse riposte nell'antico pregio, dal quale si trouauano all'hora abbattute: onde per la degna preminenza delle virtù, e per la gloria inalzata dalle attioni egregie di tale Imperadore, conceputasi specialmente ne gli animi delle genti Militari ottima la speranza in prò di sè stesse, e dell'
   1. Imperio, stimo, che ciò volesse esprimere il Senato nella medaglia
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10065215: »Sestertius of Vespasian / Spes (RIC 206) (owner: Angeloni)«

con testa laureata, e
   2. lettere: IMP. CAES. VESPASIAN. AVG. P. M. TR. P. P. P. COS. III. e col simulacro della Speranza, che stendendola destra verso trè Soldati; due de'quali tengono, l'vno il Labaro, Insegna della Caualleria, e l'altro l'Aquila solita portarsi da'Pedoni, vi si legge: SPES AVGVSTA S. C.
    Giunto pertanto Vespasiano in Roma attese a rassettare, e stabilire, non meno la Città, che la Republica, per molti capi cadente; e tornato dapoi anche il figliuolo Tito vittorioso de'Giudei, amendue di quelli trionfarono. Per serbare dunque perpetuo l'honore della vittoria, e del Trionfo istesso così al Padre, come al Figliuolo, si veggono, per la medesima cagione, decretate diuerse medaglie
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10065085: »Sestertius of Vespasian (Titus / Victory, RIC 501) (owner: Angeloni)«

; in vna parte delle quali stà effigiato quel buon Principe in età matura, con lettere suddette, & COS. II. e nell'vn rouescio
   3. è la figura della Vittoria ignuda dal mezo in sù, coperta, nel resto, da vn panno, o zendado: tiene l'ale distese, e calca col piè sinistro vn Elmo, facendo mostra di starsene tutta attenta scriuendo sopra di vn scudo, che sostiene con la sinistra mano su'l arbore Dattero: vedendouisi in terra sedente vna Donna affatto mesta. Questa, che è figurata per la Giudea, piange iui la disauentura incontratale per pena della sola sua perfida ostinatione: essendo stata per virtù dell'Imperadore, e per la potenza del Popolo Romano vinta, e debellata, e vi si legge: VICTORIA AVGVSTI S. C.
    Ma seguita l'altra
Note: Further links to external Census database:

  · Census ID10066841: »Sestertius of Vespasian / Iudea Capta (RIC 168) (owner: Angeloni)«

, in cui si comprende l'Imperadore, che appoggiato ad vn hasta,
   4. calca col sinistro piede vna celata, e stringe con la destra il Parazonio, in atto di mirare l'istessa figura della Giudea, che dolente, sotto l'arbore della Palma, stà sedendo, con inscrittione: IVDEA CAPTA S. C. La Giudea viene rappresentata con l'arbore della Palma, per cagione della quantità, che ne produce cotal Prouincia, e perche anche la Fenicia,
che

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer