Full text: Lanzi, Luigi Antonio: La Real Galleria di Firenze accresciuta, e riordinata per comando di S.A.R. l'Arciduca Granduca di Toscana

176 
sublime; potria dirsi col Cav. Mengs, 
che quello è l'idea dello stil subli¬ 
me, questo, e la Venere a lui vici- 
na, son la idea dello stil bello e gra- 
zioso (Opere T. II. p. 45.) E cer- 
to, che appena può concepirsi o più 
bell'aria di volto, o più gentile con- 
formazione di membra, o più disin¬ 
volta leggiadria di posizione; nè so 
trovar cosa, a cui somigli maggior- 
mente, che la statuetta in bronzo 
di Apollo Sauroctono; ch' è in Villa 
Albani, opera che vien da Prassitele, 
o sia dallo, statuario della grazia. 
Molti giudizj di professori celebri 
nel disegno in commendazione di que- 
ſta nobile statua tralascio per brevi¬ 
tà; contento di riferir quello di un 
gran Monarca, che disse: se le sta- 
tue potessero maritarsi, questa Ve- 
nere non troverebbe partito più de- 
gno che questo Apollo. 
Del Fauno, che siegue, questo 
può dirsi, ch'egli sia nato ne mi- 
glior tempi dell' antica scultura, e 
sia ristaurato ne miglior tempi della 
moderna. Il Cav. Maffei lo vuol sup¬ 
plito da Michelagnolo, mosso da quel 
pro¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer