Full text: Lanzi, Luigi Antonio: La Real Galleria di Firenze accresciuta, e riordinata per comando di S.A.R. l'Arciduca Granduca di Toscana

168 
suo Admeto ne' periodi ultimi del¬ 
la vita. Egli è replicato di poi nell' 
altra parte dell' ara in atto di fare 
un offerta di pomi forse presso il 
sepolcro della consorte, e questa 
pure è replicata tutta coperta di un 
velo, e in atto di stringersi forte¬ 
mente gli occhi, come chi da gran 
tenebre passa a gran luce; ch'è l' 
atto del suo risorgimento. Vedesi 
che lo Scultore non segui affatto Eu- 
ripide; presso cui Ercole azzuffatosi 
con la Morte, e toltale la preda, la 
ricondusse al marito; ma si attenne 
alla narrazione di coloro, che la di- 
cono resa da Proserpina alle preghie¬ 
re di Admeto. Questa bellissim ara 
è rotonda, incavata in cima, e tra- 
forata intorno alla sponda: ciò che 
indica aver già contenuta una padel¬ 
lina di ferro, ove mettere il fuoco; 
e ne accrescono indizio le macchie 
di ruggine, che vi si osservano tut¬ 
tavia. L’Ara potè essere dedica¬ 
ta a un de numi che hanno rappor- 
to alla favola; o forse alla stessa Eroi¬ 
na, alla quale presso Euripide pro- 
mettonsi presso la posterità onori so¬ 
pra l'umana sorte. La dissertazione 
reci¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer