Full text: Lanzi, Luigi Antonio: La Real Galleria di Firenze accresciuta, e riordinata per comando di S.A.R. l'Arciduca Granduca di Toscana

167 
o di scultura, che onora il Gabi- 
ometto XV. Negletta per forse du¬ 
nogent aum nella Real Villa di Castel- 
olo, e riconosciuta di ottima scultu- 
rra dal Real Sovrano, ne ordinò il 
raſporto alla sua Galleria; ove nel 
qiripulirla dal tartaro, e dalla calce 
si scopri nella baſe la inscrizione 
AKAEOMENHE EIIOIEI; il quale Ar¬ 
notefice secondo varie congetrure par 
oche fiorisse nell' epoca degli allievi 
ildi Prassitele, e di Lisippo. Vi si tro- 
ówò in seguito, ancorchè tronco, il 
iomome di Admeto, e qualche altra 
alettera fuggitiva, che fu anche al- 
pquanto alterata nel ricercarla col fer- 
oiro. L Alcesti di Euripide fece rico- 
tomoscere il gruppo della faccia prin- 
qicipale, ove Plutone, o piuttosto 
quella deità, che da Greci fu detta 
COANATOE recide con un gladio il 
icrine ad Alcesti; che qui, come 
opresso il Tragico, e sostenuta dal 
suo 
nin sua vece. Ricusando ciò i Genitori, 
AAlcesti riscattò la vita del marito con 
da sua propria. Ma di poi Ercole trat¬ 
tala di mano alla Morte, la ricondusse 
Lad Admeto; o secondo altri egli stesso, 
oregando, la ricuperò da Proserpina, 
V. Apollodoro ed Igino.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer