Full text: Manni, Domenico Maria: Della vecchiezza sovraggrande del Ponte Vecchio di Firenze e de' cangiamenti di esso

20 
ANTICH. DEL PONTE VECCHIO. 
Spedale del Ponte sul divenir Commenda, mercecchè se 
una di esse lo nomina Spedale nel 1172. un’ altra del 1189 
Casa lo domanda della Magione. La cartapecora prima 
l’ ho io additata nel Tomo XX. de’ miei Sigilli, che 
è in data Kal. Februarii, ed in essa si vende a D. Ce- 
cilia Dei dono Abbatissa Sancte Felicitatis petiam terre 
positam in costa S. Donati in Scopito, cui a secundo Ho¬ 
spitalis de Ponte, a tertio dicti Monasterii; ed ecco co- 
me non tardi, ma assai per tempo lo Spedale possedè 
beni a S. Donato a Scopeto: per la seconda membrana 
poi la ſteſſa D. Cecilia compra una caſa, cui a secun¬ 
do Domus Mansionis Sancti Sepulcri iuxta piramidem 
PONTIS VETERIS. 
Reſtami, o Accademici ornatissimi, il pagarvi mer¬ 
cede di riconoscenza non meno del compatimento usato, 
che della gratissima attenzione, cose, che chiaramente di- 
cono la penuria, che avete di Scrittori, che simil cu¬ 
riosità sazino incontanente; come in certo modo la man¬ 
canza di miglior pascolo, giusta l' espression del Divi¬ 
no Dante: 
Fa savorose con fame le ghiande, 
E nettare per sete ogni ruscello. 
FINE.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer