Full text: Covoni, Marco: Regolamento dei regi spedali di Santa Maria Nuova e di Bonifazio

delle prime Pitture a Olio fatte in Firenze, avendo il detto Pittore appresa una 
tal’Arte da Antonello da Messina, che l’aveva anticipatamente imparata nelle 
Fiandre da Giovanni da Bruggia, primo suo inventore. Questa era antica- 
mente la Tavola dell’ Altar Maggiore. 
Quindi si vede il Balaustro parimente di Marmi con intarsio di Scagliola 
colorita, costruito modernamente. 
Scesa la Tribuna sopra la porta laterale, che mette nell’ Orto detto dell’Ossa 
per la parte del moderno Spedale delle Donne, vi è altra Tavola rappresentante la 
fuga in Egitto, S. Antonio Abbate, e più giovanetti, che sono ritratti della Fami¬ 
glia Portinari, opera del prelodato Andrea del Castagno, o di Domenico Veneziano. 
Quindi vi è altra Cappella eretta dal nominato Vescovo di Marsi, con 
Tavola di Alessandro Allori, rappresentante la deposizione di Gesù Cristo 
dalla Croce. 
In seguito sopra il Confessionale posto allato al detto Altare, si vede altro 
quadro, che rappresenta l’ Assunzione di Maria Vergine di mano dell’Empoli, 
e che è parimente qui trasportato dalla soppressa Chiesa di S. Matteo. 
E finalmente a mano sinistra dell’ ingresso principale viene la Cappella di 
S. Lodovico Rè di Francia, con Tavola del Volterrano, fatta a spese dello Spe- 
dalingo Lodovico Incontri. 
La volta della detta Chiesa rispetto all'Architettura, e ornato, è di mano 
di Giovanni Tonelli, e le Figure coll’ Assunta nello sfondo sono di Matteo 
Bonechi 
Viene questa separata da ambedue le Infermerie con tre Chiostri, e dagli 
altri estremi delle Infermerie medesime, due dei quali riescono sopra due Cortili, 
e il terzo sopra un piccolo Orto detto dell’ Ossa, perchè una volta ad uso di 
Campo Santo; quasi all’ingresso di quest’ ultimo Chiostro si vede scolpita in 
Marmo l’ effigie di Mona Tessa già/serva di Folco Portinari, e molto commen¬ 
data per essersi la prima dedicata al servizio delle povere Inferme in questo na¬ 
scente Spedale; 
Quindi si osserva in una Nicchia dalla Parete del detto Chiostro la celebre 
Pittura della Carità di mano di Giovanni da S. Giovanni, quivi trasportata dalla 
parete dell'antico Spedale di via delle Pappe 
A mano manca del detto ingresso nell’altra parete esterna della Infermeria 
delle Donne, che riesce nell’ Orto detto dell’ Ossa, si ammira una Celebre Pit¬ 
tura a fresco ivi trasportata, siccome si asserisce dall'antico Campo Santo del 
detto Spedale dove è ora la moderna Infermeria delle Donne; 
Questa rappresenta il giudizio universale di mano dal mezzo in sù di Fra 
Bartolommeo della Porta detto il Frate; e dalla metà in giù di Mariotto Alber¬ 
tinelli, la quale fece restaurare Monsignor Settimanni Spedalingo sotto li 13. 
Novembre 1628. da Matteo Rosselli; avvertendo essere tutto del detto Rosselli 
il Nudo che esce di Sepoltura . Lib. ricordanze dello Spedale di S. Maria Nuova c. 75.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer