Full text: Covoni, Marco: Regolamento dei regi spedali di Santa Maria Nuova e di Bonifazio

XXIII 
La Repubblica Fiorentina parimente, riconoscendo il benefizio di 
questa pia Istituzione, e avendone anche più specialmente sperimentati 
i benefici effetti in tempo di quelle fatali epidemiche malattie, che più 
d’una volta inondarono assieme coll' Italia tutta la nostra Città, non 
Nel 1439. Eugenio IV. dichiara, che la Cappella di S. Maria delle Grazie 
posta in Casentino sia un annesso dello Spedale. 
Il medesimo Pontefice concede al detto Spedale l’Ius Padronato della Pieve 
di S. Leolino a Panzano. 
Nel 1449. Niccolò V. unisce allo Spedale la Prioria di S. Maria a Peretola. 
Nel 1452. il medesimo Pontefice dà facoltà allo Spedale di alienare i suoi 
Beni 
Esso parimente unisce la Cappella di S. Maria delle Grazie in Casentino, allo 
Spedale in sostentamento dei poveri Infermi. 
Nel 1468. Il Vicario di Fiesole per una Polla del Pontefice Paolo II. unisce 
l'Oratorio della Nonziata di Fiesole con lo Spedale. 
Nel 1472. Sisto IV. conferma allo Spedale la facoltà di alienare i suoi Beni, e 
successivamente nel 1473. unisce la Pieve di S. Piero a Pitiana, già membro dello 
Spedale, nella Chiesa di S. Martino a Campoferrati. 
Nel 1489. Innocenzio VIII. unisce allo Spedale la Chiesa di S. Margherita a 
Campi in Casentino. 
Nel 1492. Alessandro VI. unisce a questo lo Spedale di Stia. 
Nel 1503. Giulio II. aggrega allo Spedale la Chiesa di S. Clemente al 
Ponte. 
Nel 1507. e 1508. il medesimo Pontefice unisce allo Spedale le Chiese di S Piero 
a Marcignana, di S. Leolino a Panzano, di S. Piero in Pesa, di S. Maria a 
Talciona, e di S. Stefano a Grezzano. 
Nel. 1513. 1514. e 1515. il Pontefice Leone X. conferma le Indulgenze ed 
Esenzioni concesse allo Spedale dai suoi Predecessori, unisce quivi l’altro Spedale 
di S. Maria a Staggia, e le Chiese di S. Donato a Momigno, di S. Piero a Massa, 
e di S. Cristina a Ligliano. 
Nel 1524. Clemente VII. unisce qui parimente la Chiesa de’ SS. Fabiano e Se- 
bastiano, e di S. Sofia. 
Nel 1550. Il Vicario di Fiesole unisce allo Spedale le due Chiese di S. Cerbone 
del Poggio di Croce, e di S. Bartolommeo a Mutignano. 
Nel 1554. Giulio III. unisce allo Spedale la Pieve di S. Piero a Pitiana. 
Bollario di S. Maria Nuova da c. 43. a 310. 
Il Pontefice Paolo IV. concedè allo Spedale di S. Maria Nuova il Conservatore, 
o sia un Giudice delegato per conoscere delle cause dello Spedale per Bolla de’7. 
Giugno 1555. Bollario a 318.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer