Full text: Covoni, Marco: Regolamento dei regi spedali di Santa Maria Nuova e di Bonifazio

96 
All' incontro non si dovrà mai permettere il laveggio, o scal¬ 
dino nel letto per evitare ogn'inconveniente. 
Con ogni attenzione da’Giovani Assistenti ne’ respettivi quar¬ 
tieri si dovranno visitare, e rivedere frequentemente i Malati gra- 
vi, interrogandoli se abbisogna loro qualche cosa particolare dandoli 
da per loro, e procurandogli per mezzo dei Serventi le opportune 
bevande, che sono state prescritte dal Medico, o che sono confa¬ 
cienti allo stato de’ Malati medesimi, e prevalendosi occorrendo per 
maggior diligenza d’uno dei beccucci di stagno. 
Trattandosi di mali d'Idropisia, si farà usare la parcità neces¬ 
saria nelle bevande. 
Trattandosi parimente di qualunque malattia grave, converrà 
che i Serventi pongano sotto all’Infermo un telo piegato, nel quale 
sia incluso, e ben rinvolto un feltro, con procurare che questo telo 
sia sempre ben disteso, e che cuopra bene il feltro medesimo, acciò 
le carni del Malato non siano a contatto di questo, con proibizione 
di tenere più di un feltro per volta in ciaschedun letto, perchè non 
riscaldi troppo il Malato specialmente nell' Estate. 
Se alcuno di questi venga sorpreso da qualche accidente, dee 
esser prontamente soccorso dai Giovani Assistenti nei respettivi tre 
quartieri, con doversi anco far chiamare da essi il Medico, o 
Chirurgo di guardia secondo il caso, o il Padre Cappuccino per 
l’amministrazione dei SS. Sacramenti, e alla venuta di questi si de¬ 
vono informare dal respettivo Assistente di quanto è accaduto. 
Similmente quando il Medico, o il Chirurgo di guardia ande¬ 
ranno a visitare, o rimedicare qualche Malato, dovrà chi assiste 
andar con essi per informarli, e ministrarli. 
E perchè tutte le fin qui descritte servitù, ed attenzioni siano 
praticate agl' Infermi con più sicurtà, e precisione, particolarmente 
nella notte, sarà costantemente osservato l’uso della ronda, che 
dall’Ave Maria della Sera fino a quella dell’ Aurora verrà fatta dai 
Serventi, che trovansi di guardia in tal tempo, mutandosi al suono 
d'ogni ora alternativamente.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer