Full text: Vasari, Giorgio: Ragionamenti del Signor Cavaliere Giorgio Vasari, pittore - architetto aretino sopra le invenzioni da lui dipinte in Firenze nel palazzo di loro altezze serenissime con 10 illustriss. ed eccellentiss. Signore D. Francesco Medici allora principe di Firenze insieme con la invenzione della pittura da lui cominciata nella cupola

24 
RAGIONAMENTI 
poichè qui non abbiamo che ragionare più in questa, vogliamo noi anda- 
re in queste altre camere che seguono? 
G. Andiamo; che comentando quelle, m'è favor grandissimo il ragionare 
con V. E. 
P. Orsù paſsiamo all' altra camera, che qui è caldo. 
GIORNATA PRIMA. 
RAGIONAMENTO TERZO 
eee 
PRINCIPE E GIORGIO. 
P. 
Ccoci in camera; come chiamate voi questa? non le date voi 
nome, come avete dato alla Sala delli Elementi, e a quel- 
la di Saturno? 
G. 
Signor si, questa è detta della Dea Opi, o Berecintia, o Tel- 
lure, o Pale, o Turrita, o Rea, o Cibale, che diversamen- 
te si chiama, e fu moglie di Saturno, la quale s’è fat- 
ta in questo ovato del mezzo con questo ricco ordine di spartimento, ac- 
ciò questi otto quadri facciano corona intorno a questo principale. 
P. lo veggio ogni cosa, e tutto accomodato bene; e quello che mi piace è, 
che a una occhiata si vede ogni cosa, senza muoversi; ma ditemi un poco, 
che femmina è quella, che si vede in su quella carretta tirata da que’ quat- 
tro Leoni? 
G. Dirovvelo; questa è Opi, che ha in capo, come vedete, quella corona di 
torri, che ha lo scettro in mano, e la vesta piena di rami d’alberi, e 
di fiori; quelli sono i Coribanti suoi Sacerdoti, che vanno innanzi al carro 
sonando le nacchere, e le cimbanelle; il carro, dove ell'è sopra, è tutto 
d'oro, e pieno di sedie vuote. 
P. Tutto veggio; ma il suo significato vorrei sapere. 
G. Volentieri; la corona in capo di torri facevano gli antichi a questa Dea, 
perchè essendo ella tenuta madre delli Dei, e per conseguenza padrona 
del tutto, volevano dimostrare, che ella aveva in protezione tutta la ter- 
ra, alla quale fanno quasi corona le Città, Castella, e Ville, che sono per 
il Mondo; la veste piena di fiori, e di rami dimostra la infinita varietà del- 
le selve, de' frutti, e dell' erbe, che per benefizio de gli uomini produce 
di continuo la terra; lo scettro in mano denota la copia de' Regni, e le 
potestà terrene, e che a lei stà di dar le ricchezze a chi più de' mortali 
le piace; il carro tirato da’ Leoni ha varie significazioni secondo i poeti, 
ma per quello che mi pare, volevano dimostrare, che sicome il Lione Re 
di tutti
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer