Full text: Vasari, Giorgio: Ragionamenti del Signor Cavaliere Giorgio Vasari, pittore - architetto aretino sopra le invenzioni da lui dipinte in Firenze nel palazzo di loro altezze serenissime con 10 illustriss. ed eccellentiss. Signore D. Francesco Medici allora principe di Firenze insieme con la invenzione della pittura da lui cominciata nella cupola

22 
RAGIONAMENTI 
perchè ognuno, che lo conobbe, cavò da lui o assai, o non poco, e dove la 
virtù per suo mezzo fiori tanto, e questa Città da quel Pontificato cavò 
tante ricchezze, ed entrate, che passorno più di 150. mila scudi, e cosi fu 
il viver tanto lieto, che a ogni povero pareva esser ricco, e ogni animo 
ripieno di allegrezza, che seguitò in Fiorenza nel Duca Alessandro, e fio- 
ri innanzi la guerra di Siena nel Duca nostro 
P. Tutto conosco esser simile. 
G. Questa quiete fece l'erario pubblico accanto alle case di Saturno, il che 
accadde allora, quando essendo nel governo primiero la giustizia ammini. 
ſtrata da molti, e dagli interessi particolari impedita, fu per volontà di 
Dio messa nelle mani d'un solo Principe, dove poi ogni timido è fatto ar- 
dito, e ogni dubbio è stato sicuro, visto, che ella s’è amministrata tal- 
mente, che ne' giudizj non è stato mai tolto il suo a nessuno, e i poveri 
non sono stati oppressi da i ricchi. 
P. Tutto viene a proposito, ma questo ritorno di Saturno con Opi al re. 
gno di Giove arei desiderio di sapere 
G. Questo non è altro, che mosso a compassione Carlo quinto di questa tra¬ 
vagliata Italia confermò nel nido paterno il Duca Cosimo dopo la morte 
del Duca Alessandro, ritenendolo in casa, con darli la Signora Duchessa Ma- 
dre vostra in compagnia per isposa, acciò godendo in felicità questo paese 
e guardandolo con le forze sue grandissime, per farlo crescere di Dominio, 
gli sa venire sotto il igoverno l'Isola dell' Elba, e lo stato di Siena. 
Ci reſtano ora i due sacrifizj. 
G. Questi sono li sacrosanti Eroi fatti dal grande Dio ne' due Pontefici som. 
mi di questa casa Illustre, i quali anno fatto nel loro Pontificato sacrifizj 
allo Altissimo Dio, non solo Padre del tempo, ma delle vite, e morti del- 
li uomini, in memoria de' quali oggi per loro facciamo questi ricordi, sacri¬ 
ficandoli queste tante fatiche di questi uomini virtuosi, i quali in quest 
opera illustrano dopo morte la fama loro. 
P. Restanci ora queste dieci figure, che tramezzano le storie de' fregi, se vo. 
lete dirci niente. 
G. Dico, che dove edificano Saturnia è la malinconia, con li strumenti fabri- 
li, seste, quadranti, e misure; e dove fabbricano Gianiculo è la superbia 
che fabbrica; e dall'altra banda è l'Eternità, con istatue, scritture, e bron- 
zi; alla ſtoria dell'età dell' oro è la ilarità, o allegrezza, che rallegrandosi 
contempla Dio; all' erario comune è l'animo vestito di veste reale, il qua. 
le si apre il petto, e mostra il cuore; dove le monete si battono è l’ava- 
rizia, quale serra i tesori ne luoghi sicuri; l'astuzia con la face accesa 
è ove si rende il regno a Saturno; e la sagacità è quella, dove i sa- 
crifizi Saturnali fi celebrano; e la simulazione, e l’ adulazione è nell'ulti- 
ma, dove si sacrificano i figliuoli, che vengono queste dieci qualità di affet- 
ti in Saturno, sendo malinconico, superbo, eterno, allegro, astuto, animo- 
so, avaro, seduttore, sagace, e simulatore 
P. Certamente che egl'è un pianeta molto tardo, e pensoso, poichè, come 
diceste, la ruota sua pena a dar la volta ogni trent anni più che non fan- 
no gli altri pianeti in ispazio minore. 
G. Voi
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer