Full text: Vasari, Giorgio: Ragionamenti del Signor Cavaliere Giorgio Vasari, pittore - architetto aretino sopra le invenzioni da lui dipinte in Firenze nel palazzo di loro altezze serenissime con 10 illustriss. ed eccellentiss. Signore D. Francesco Medici allora principe di Firenze insieme con la invenzione della pittura da lui cominciata nella cupola

di governo, come d'arme, e di lettere, tutte 
dipinte al naturale; e il Dialogo dichiara a 
maraviglia ciascuna delle dipinte istorie, ed il 
fine di tutta l'invenzione, e come le favole 
delle ſtanze di ſopra ſi accomodino alle ſtorie 
delle ſtanze di ſotto. Paſsa quindi a discorrere 
delle pitture del contiguo Salone (opera ter¬ 
ribile, ed immensa, che fu da Giorgio finita 
per le nozze del detto Principe Francesco con 
Giovanna d'Auſtria l'anno 1565.) le quali 
trattano delle coſe di Firenze, dalla sua edisi- 
cazione infino a quel ſecolo decimoseſto, la 
divisione in quartieri, le Città sottoposte, ne¬ 
mici superati, Terre soggiogate, e in ultimo 
il principio, e fine della guerrà di Pisa da un 
dei lati, e dall' altro il principio similmente, 
e fine della guerra di Siena; il che compren- 
de una incredibile varietà di fatti, e di guer¬ 
re in terra, e in mare, consigli pubblici, ce¬ 
rimonie antiche, trionfi, descrizione de' paesi 
ove accaddero le dette cose dipinte, i quali 
sono tutti ritratti di naturale, non meno che 
un gran numero di Generali, ed altri Capi 
famosi, che furono in quelle imprese; cosic¬ 
chè il preſente Dialogo può dirsi un' ingegno¬ 
so
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer