Full text: Rastrelli, Modesto: Illustrazione istorica del Palazzo della Signoria detto inoggi il Palazzo Vecchio

72 
Gonfaloniere Capponi (che risedeva nel 1527. 
volse l'animo a riformare la Città con santissime 
ed utilissime Leggi, infra le quali furono proibi¬ 
zioni di ginochi, di bestemmie, di disonestà, di 
sontuosità di vestire, e nelle donne, e negli uo- 
mini, e di correzione delle doti, alle quali fu 
messo un termine comportabile, perciò gli or- 
namenti, e le spese tutte da farsi intorno alle 
donne furono ridotte a una semplicità immensa. 
Provvedde ancora con la pietà medesima, che 
per le Chiese non si potesse andar passeggiando, 
mentre si cantavano, e si celebravano i Divini 
Ufizi, onde fè metter panche a traverso per tut- 
te le Chiese principali, che proibissino una usan- 
za tanto empia, e tanto disonesta messa in costu- 
me da Cristiani. Ultimamente fece passare una 
Provvisione nel Consiglio grande, sopra di tutte 
l'altre notabilissime in questo genere di pietà, 
per la quale fu eletto Gesù Cristo Signor Nostro 
per Re della Città nostra, con tutti i suffragi di 
quel popolo, eccetto che di 26. che tal Decre- 
to non approvarono. Era il titolo di questa Leg- 
ge scritto sopra la Porta del Palazzo de’ Signori 
in lettere d’oro che dicevano YHS. XPS, REX. 
Populi Flor. S. P. Q. F. consensu declaratus Anno, 
Mense, die .,, 
L'istesso Autore nel primo Libro delle sue 
Istorie in diversa e più breve maniera favella. 
„Vedendo ( il Capponi ) che i Cittadini se- 
guitavano ne disordini sopra raceonti, voltò l' 
animo ad una cosa pia e religiosa, per dimo- 
strare al Popolo di non volere alterare quel Go- 
ver¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer