Full text: Rastrelli, Modesto: Illustrazione istorica del Palazzo della Signoria detto inoggi il Palazzo Vecchio

180 
a piè del Gran Duca è Morgante Nano, ed in 
lontananza Nertuno, che abbraccia la Sicurtà, 
essendo per quella Fabbrica resi sicuri i mari. 
Nell' altro tondo è il Gran Duca a sedere; 
allato gli è Mess. Noferi Bartolini Arcivescovo 
di Pisa, e Mess. Lelio Torelli primo Segretario. 
Il G. D. comanda a que Capitani, che vadano 
a soccorrere Seravalle come fecero, e gl' Impe 
riali rimasero superiori; intorno vi è la Dea 
Bellona, e la Prudenza con lo specchio, e le 
serpi. 
Nell' ultimo tondo è il Gran-Duca a sedere 
in mezzo a molti Architetti, ritratti tutti al na- 
turale, i quali vari modelli, e piante gli pre- 
sentano. Il Tribolo ha in mano il modello delle 
Fonti di Castello; il Tasso della Loggia di Mer- 
cato nuovo. Vi sono ancora Giorgio Vasari, 
Bartolommeo Ammannati, Baccio Bandinelli, e 
Benvenuto Cellini, che contende con Francesco 
di Ser lacopo Provveditore generale di quelle 
Fabbriche. 
Negli ottangoli sono Città avanti al G. D. 
effigiate in forma di femmine e d'uomini, ed in 
lontanza sono ritratte al naturale. 
Nel primo è Pisa, che è una Femmina in- 
ginocchiata con la Croce bianca in campo rosso: 
ha in mano un Cornucopia che fiorisce, per al- 
ludere alle paludi di quella Città secche: ab- 
braccia questa un vecchio con l'ali al capo c 
libri in mano, esprimente lo Studio Pisano. 
Nel secondo un Vecchio con una benda in 
capo ad uso di Sacerdote, e il Gran-Duca gli 
mette
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer