Full text: Rastrelli, Modesto: Illustrazione istorica del Palazzo della Signoria detto inoggi il Palazzo Vecchio

151 
Allato è la Romagna con la Terra di Castro- 
taro e il Fiume Savio. Evvi una Bellona Arma- 
ta, per dimostrare la gente armigera del Paese. 
L'Arme è una Croce rossa: il motto 
Flamiviae Nostrae Dictionis 
Siccome il Salone ha nelle testate alcuni 
trapezzi, avvenendo ciò perchè nella giunta del 
Palazzo fitta da Cosimo I., essendo per la parte 
di verso 3. Firenze la facciata molto più larga 
che non è nella parte dinanzi; ha quivi l'inge- 
gnoso Vaseri in quella parte che esce di squadro 
sinto un Corridore, accomodandosi al muro sbie- 
co, e divisolo in tre quadri; nel primo de' quali 
che è il più stretto, ha alcuni putti che scher- 
zano con certe palle effigiato. Nel secondo vi 
sono alcuni, clie in atto di vedere la Sala s’af- 
facciano al Corridore, e son questi quattro ri- 
tratti al naturale, de' quali il primo è Maestro 
Bernardo di Mona Mattea, Muratore eccellen- 
tiſsimo, che alzò il tetto sopra questo Salone 
braccia 14., e fece tutta la giunta delle stanze: 
il secondo è Batista Botticello, che fece la Sof- 
fitta di quadro, e d'intagli; il terzo di pelo ros- 
so con quel barbone è Maestro Stefano Veltroni 
dal Monte S Savino, che ebbe la cura di met- 
tere a oro la detta Soffitta; l'ultimo è Marco 
da Faenza. 
Nell'ultimo quadro vi è una cartella soste- 
nuta da due putti nella quale si legge questa 
Iscrizione: 
Hac
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer