Full text: Bracci, Cesare: Della cappella de' Ser.mi Granduchi di Toscana nella Chiesa di San Lorenzo in Fiorenza

DISCORSO MORALE. 
31 
se, è opinione ch egli togließe à Corsari, appres. 
so de quali era cosi grande il lußo, e sfoggio, che 
delle lor Navi erano le Sarte indorate, le Vele di 
porpora, & i Remi nell estremità di purissimo 
argento. In oltre scomparti Pompeo il suò Trion 
fo da veder si per due giorni continui: ma il tem¬ 
po riusci breve, e ne rimase tanto per il terko, che 
haurebbe potuto far mostra d'vn altro intero 
Et i Serenissimi Prencipi (per incominciar 
da questo) hanno disposto, & incominciato il 
Trionfo dell'eterno Tempio, non da finirsi in 
due giorni, ma dà continuar si nè secoli auueni¬ 
nire, aggiongendo sempre ciascuno di loro nuo- 
ue glorie, e magnificenze. E ben pare che lo ri¬ 
portino del mondo tutto, mentre da tutte le par¬ 
ti del mondo vanno raccogliendo le pretiose spo- 
glie delle finissime, e risplendentissime gemme. 
Ne poche sono le tolte a Corsari dalle loro in- 
uittißimè Galere, poi che non pure trenta Coro¬ 
ne, ma innumerabili ne potrebbero tessere: ma 
da essi poco fattone conto, in comparatione non 
dico dell oro, e dell'argento, ma de Bronki, de 
Legni, e de le Vele, di cui con maggior vanto, si 
coronano. 
Di campeggia ancora vn Museo di tanto lu¬ 
me, e. splendore, che apunto mi rassembra vna 
stan¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer