Full text: Cambiagi, Gaetano: Ristretto di notizie della città, chiese, palazzi, statue ed altri monumenti che si vedono esposti al pubblico in Firenze

37 
tro Pievano dell' Impruneta, quale per molto tempe 
i Pievani la governarono tenendovi in essa un Cappel- 
lano amovibile, e dipoi siccome la Famiglia de Buon- 
delmonti godeva fino dall’antico il Padronato della Pieve 
dell'Impruneta ha goduto pure fino al presente quelle 
di questa Chiesa; Fuccio Architetto Fiorentino si crede 
che rifacesse, o ampliasse con suo disegno la medesima 
leggendosi sulla Porta del Priore queste parole: Fuccio 
mi fece . . . . 1229. 
S. Sepolcro Oratorio appiè del Ponte, Necchio, ora 
Commenda della Religione di Malta In antico era uno 
Spedale trovandosi per tale nominato circa al 1000. sot- 
toposto alle Monache di S. Felicita, Fu dipoi conferito 
ai Cavalieri Templari che lo goderono fino jalla; sua 
estinzione che fu nel 1311. e concesso da Clemente V. 
alla Religione di Malta con tutti i beni che possedeva, 
e che tuttavia possiede trai quali quasi tutte le case che 
sono nel Borgo di S. Pietro in Gattolino dalla parte 
della Chiesa, e nella via detta di Boffi. 
S. lacopo sopr Arno Chiesa antichissima, fabbricata 
avanti al 1000., poichè nel 1078. nel rifocimento delle 
ſeconde mura era fuori della Città dando il nome a uno 
dei tre soli Borghi che allora erano oltr' Arno denomi- 
nato fino da quel tempo Borgo S. lacopo Eu una delle 
dodici antiche Priorie della Città con i suoi Canonici; 
Paſsò poi nei Monaci di S. Salvadore detti Scopetini 
nel 1575., i quali dipoi col disogno del Cav. Raddi di 
Cortona vi fecero un comodo, e nobile Monastero con 
una vaga facciata dalla parte del Ponte S. Trinita, dove 
ha l'ingresso il Monastero con quattro Busti di Marmo 
dei Granduchi Francesco I., Cosimo II. le-Ferdinando II. 
di mano di Antonio Novelli, e quello di Cosimo III. 
è fatto dal Marcellini. Nel 1703. ospulsi 1 Monaci Sco- 
petini, il Granduca Cosimo III. concesse questa Chiesa, 
e Monastero aï Padri della Missione che vennero da Roma 
li 17. Settembre di detto anno, i quali poco dopo fecero 
quasi del tutto restaurare, e rimodernare con stuechi 
e oro la Chiesa, la quale dall' Arcivescovo Tommaso 
Bo¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer