Full text: Cambiagi, Gaetano: Ristretto di notizie della città, chiese, palazzi, statue ed altri monumenti che si vedono esposti al pubblico in Firenze

bruciò quasi tutto, per il che il Comune di Firenze or- 
dinò che si rifacesse tutto in volta fino ai tetti. In esso vi 
è di presente il Supremo Tribunale di Giustizia, il Re- 
gio Fisco, l'abitazione del Bargello, e le pubbliche Carceri. 
SS. Simone e Giuda Chiesa Parrocchiale; è di lus Pa- 
dronato dei Monaci della Badia di Firenze, i quali negl' 
antichi tempi avendo vicino al loro Monastero una gran 
vigna che poi diede il nome a una Contrada presso a questa 
Chiesa, ed in essa vigna essendovi un Oratorio dedicato 
ai suddetti Santi Apostoli, nel porlo dentro in Città nel 
secondo cerchio di mura che fecero quivi accoste, i Mo- 
naci ridussero questo Oratorio ad una comoda Chiesa. Fu 
rinnovata la medesima nel 1630. come è di presente col 
disegno di Gherardo Silvani, nella quale ci spesero assai 
i Galilei, come si vede nella soffitta intagliata, e dorata 
di essa Chiesa. 
S. Procolo, e Nicomede Chiesa antica che esisteva avan- 
ti al 1000. Fu rimodernata, e restaurate tutte le Cappelle 
come di presente esistono dal 1739. al 1743. E' stata fino 
all' anno 1778. una delle Parrocchie della Città, la quale 
dipoi i Monaci della Badia di Firenze, che erano Patroni 
della medesima trasportarono la Parrocchia nella loro Chiesa 
come era in antico altra volta, avendo dipoi nel Marzo 
1779. concessa derta Chiesa di S. Procolo alla Compa- 
gnia di S. Antonio Abate dei Macellari che avanti si 
adunava nei Chiostri di S. Croce. 
S. Pier Maggiore una delle più antichissime Chiese 
di Firenze stata edificata, ed ampliata per quattro vol- 
te, la prima volta fino del quarto secolo, la seconda 
intorno al 1000. la terza dopo il 1078., e la quarta 
nel 1352. come stà di presente. Nel 1638. vi fu fatta 
avanti di essa la Loggia a spese del Marchese Luca 
degli Albizzi col disegno di Matteo Nigetti. E' antico 
Monastero di nobili Religiose dell' Ordine Benedettino, 
le quali conservano un ricchissimo Paliotto per l'Altar 
maggiore ricamato con perle, e altre gioie preziose il 
quale pongono al detto Altare per la Festa di S. Pietro, 
Nei passati tempi ogni volta che un nuovo Vescovo, o 
Arci-
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer