Full text: Volume VI (6)

182 
VIAUGIO I. 
e Campi, ma niente si vidde di particolare, salvo 
che il 
Serpillum foliis Citri odore C. B. Pin. 220. Inst. 
R. H. 197.; ed osservammo di tutte le qualita di 
Terre, Sassi, e Conchiglie, che da S. Casciano fino 
a Siena si disse di sopra aver veduto, e il simile si 
vidde nel ritornare in Città, il che segui per la 
Porta a Ovile. 
La mattina susseguente giorno festivo de' 24. udi¬ 
ta la S. Meſsa, partimmo di Siena per la Portá a 
Fontebranda, con disegno d'andare la sera a Batigna 
no, e dopo aver fatto quasi tre ore di cammino, si 
pervenne ad un luogo detto la Grancia del Bandi- 
nelli, dove per quei boschi nasce 
Helleborus niger foetidus maier, foliorum sectioni- 
bus altius & acute dentatis. An Helleborastrum ma- 
gnum Taber. Icon. 723. 
Suber cortice tenuiore, foliis deriduis: Phellodrys. 
Math. Cerrosughero vulgo 
Di qui si paſsò ad un luogo detto la Scesa delle 
Potentine, dove fra quei sassi di quà, e di là alla 
strada germogliava 
Lychnis, vel Ocymoides repens; montanum C. B. Pin. 
206. Inst. R. H. 337. 
Sull' ore poi 18. si giunse a Petriolo, dove si vi- 
sitò i Bagni, ne' quali appena entrativi, tutto l'ar- 
gento che avevamo addosso, come fibbie, palle del- 
le Canne d'India, cassa d'Orologio, e monete in 
taſca, si cambiarono di colore, e divennero come af- 
fummicate, il che più manifestamente segul ad altre 
monete di detto metallo poste sotto la sorgente dell' 
acqua di detto Bagno. Visti i suddetti-Bagni, ci por- 
tammo a parlare con i lavoratori dello Zolfo, e à 
visitare la Fornace dove si cuoce, e le Cave dove 
si estrae il medesimo, dalle quali presamo le qui de- 
Sul¬ 
scritte cose.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer